Fabio Messina Archivi - Parrucchierando

Categoria: Fabio Messina

QUELLO CHE LE AZIENDE NON DICONO

“QUELLO CHE LE AZIENDE NON DICONO”Cosa ne pensate se facessi un corso così? argomenti:-INCI dei prodotti (saper leggere la lista degli ingredienti, esempio: fa più male l’ammoniaca o i suoi derivati? I colori senza ammoniaca sono migliori? cosa contengono i colori di nuova generazione che stanno in posa solo 10 minuti? conoscere i prodotti nocivi e/o cancerogeni, ecc..) -I MARGINI SUI VARI SERVIZI (es. quanto costa al parrucchiere fare una piega? corrente, acqua, prodotti, manodopera, iva, tasse, ecc..)Molte spesso, alcuni fanno dei servizi in perdita -CAPIRE LE SCONTISTICHE (es. quando le aziende fanno il 30%+10% di sconto, quanto sconto vi hanno fatto? lo sconto in merce a quanto equivale?)– ABUSIVISMO (le aziende hanno davvero interesse a combattere l’abusivismo? in fondo anche gli abusivi comprano e consumano i loro prodotti.)-CONCORRENZA (è giusto fare pubblicità, comprare ed arricchire le aziende che ci fanno concorrenza con i loro prodotti venduti nella grande distribuzione?)-COSTI PRODOTTI (quanto costa un tubo di colore alla produzione? circa 1 euro e quindi spiegare come arriva a costare 8 € al parrucchiere? spieghiamo i vari passaggi che portano il rincaro e come evitarli) -PAGAMENTI (conviene pagare anticipato, in contrassegno o a 30/60/90 gg? quale sconto potremmo ottenere pagando prima? quanto risparmieremmo all’anno? quanto costano le riba?) -SCONTI E PROMOZIONI (conviene davvero fare sconti alle clienti? che margine ci rimane? perchè le aziendi ci incentivano a fare promozioni? chi...

Read More

leggi anti parrucchieri

Lacca e lamette, in vigore la legge anti-parrucchieri Sono considerati rifiuti pericolosi e servono fino a 400 euro l’anno per smaltirli Intanto i clienti privati li buttano via dove capita senza incorrere in sanzioni Si possono comprare tranquillamente al supermercato, ma se a maneggiarli sono i parrucchieri diventano addirittura rifiuti pericolosi, rifiuti speciali. Sono le bombolette di lacca spray e le lamette. Per legge anche i parrucchieri devono iscriversi al Sistri (Sistema di tracciabilità dei rifiuti) arrivando a pagare, tra iscrizione, e spese di smaltimento, circa 400 euro l’anno. Senza contare il disagio di un obbligo che naturalmente richiede una dotazione informatica. E poco importa se si tratta di smaltire pochi grammi di lamette e una decina di bombolette, ovvero gli stessi rifiuti rintracciabili in una qualsiasi abitazione privata. Il 26 maggio il Ministero dell’Ambiente ha emanato un decreto che prevede una proroga al 2012 per le imprese sotto i dieci dipendenti, ma in città la rivoluzione è già partita. E negozio che vai, risposta che trovi. «Noi ci siamo già iscritti – spiegano da Hair Bruno in corso Garibaldi –, ora si tratta di capire come funzionerà nel concreto il ritiro. Per questo ci siamo appoggiati a Confartigianato. Certo in prospettiva si tratterà di spingere con i produttori di lacca affinché realizzino prodotti diversi». Aspettano i parrucchieri A&G in piazzetta del Portello «visto che c’è la proroga. Certo...

Read More

Accendi la radio e scatta la tassa “FONOGRAFICI”

Un’altra società, in aggiunta alla SIAE, è stata abilitata alla riscossione di compensi riguardanti i diritti degli interpreti e dei produttori discografici. Chi diffonde musica in pubblico, da oggi dovrà aggiungere al pagamento della quota SIAE anche quello della SCF (Società Consortile Fonografici) compresa la sanatoria riguardante gli anni pregressi . Un altro laccio burocratico sul quale Confartigianato è intervenuta in modo deciso, aprendo un dialogo con SCF al fine di evitare che le azioni “aggressive” di recupero dei compensi da parte della Società, pesassero sulle nostre imprese. Dopo innumerevoli confronti con SCF, e alcuni approfondimenti da parte del nostro Ufficio Legislativo, Confartigianato ha valutato come unica soluzione valida, per tutelare gli interessi dei propri associati, la sottoscrizione con la suddetta Società di una convenzione cheriduce in maniera significativa i compensi dovuti. Continueremo nel nostro impegno e daremo seguito alle nostre istanze, ma data la legittimità delle richieste da parte di SCF, è nostro dovere invitare le imprese a pagare i compensi dovuti per evitare di incorrere in eventuali sanzioni. Il versamento delle quote SCF per l’anno 2011 dovrà avvenire entro il 31 maggio. Dopo tale data, l’importo triplicherà. Acconciatori ed estetiste riceveranno direttamente dalla SIAE il MAV con l’importo dovuto per l’anno in corso e l’eventuale pregresso, mentre per le altre categorie, saranno disponibili i bollettini (blu per l’anno 2011 e rosso per gli anni pregressi) presso il...

Read More

in Lombardia “Basta parrucchieri abusivi”

Approvata a larga maggioranza. Il relatore Puricelli (Pdl): «Lacuna normativa non più tollerabile» MILANO – Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato a larga maggioranza una mozione che invita la giunta a regolamentare la professione degli acconciatori, in modo da evitare fenomeni di abusivismo e lavoro nero, molto diffusi per esempio tra gli immigrati cinesi . Tra i firmatari c’è anche Nicole Minetti, consigliere regionale Pdl, indagata nell’ambito del caso Ruby. A presentare la mozione, martedì mattina in aula, è stato Giorgio Puricelli, consigliere Pdl ed ex fisioterapista del Milan: «È necessario colmare una lacuna normativa che non è più tollerabile dagli operatori del settore». La difesa della professionalità dei parrucchieri lombardi è stata trasversale, nella breve discussione in aula, anche se Pd e Sel hanno votato contro il documento, auspicando che del tema si faccia carico una legge e non un semplice atto della giunta regionale. Il consigliere del partito democratico, Enrico Brambilla, ha spiegato così il motivo del voto contrario del suo gruppo: «È necessario un intervento attraverso una legge regionale che disciplini il settore», mentre la mozione dà «una delega alla giunta per la scrittura di un regolamento». Il documento è stato approvato con i voti favorevoli di Pdl, Lega, Udc e Idv. fonte http://milano.corriere.it/milano/notizi … 3804.shtmlse vuoi commentare clicca...

Read More

DA DOMENICA 22 MAGGIO, ARRIVA “HAIR SECRET”: IL REALITY/TALENT SHOW TELEVISIVO SUL MONDO DEI PARRUCCHIERI

  Nomination, confessionale, ma anche prove settimanali e giuria di qualità: Hair Secret, il primo format televisivo, creato da Fabio Messina, dedicato ai giovani parrucchieri, che si colloca a metà tra reality e talent show. Il meccanismo dello show è quello già ampiamente rodato in tv da talentuosi cantanti, provetti ballerini e naufraghi più o meno vip. Un gruppo di dodici giovani dai 18 ai 25 anni, non già professionisti affermati, ma principianti decisamente motivati a diventarlo, si troveranno a convivere nella prestigiosa Accademia Internazionale Diadema di Milano, dove avranno la possibilità di dimostrare le proprie capacità ma anche...

Read More

Archivi

Categorie