Abbiamo raggiunto telefonicamente Luca Stella per avere la sua opinione e la sua valutazione rispetto all’edizione del Cosmoprof appena conclusasi a Bologna.

“La valutazione è senza dubbio positiva, sia per quanto riguarda la manifestazione in sé, decisamente migliore rispetto ad alcune edizioni passate in termini soprattutto di qualità delle proposte, sia per l’aria di cambiamento e voglia di evoluzione che si respirava. Le manifestazioni di Camera, sia Hair Ring che il Convegno, sono andate benissimo e di questo ringrazio Gloriana Ronda e Francesco Rotundo che tanto si sono prodigati per la buona riuscita delle iniziative. Fondamentale anche il supporto e l’apporto di Francesca Ferrari di Sogecos e, naturalmente, di Gian Andrea Positano. “

Come vede il futuro del settore anche alla luce dei dati e dei numeri emersi in questa Kermesse?

“I numeri ci danno piccoli segnali di ripresa. Dal mio punto di vista, l’unico dato certo, quello su cui occorre capitalizzare e investire,  è che il futuro è di quanti sapranno cogliere il cambiamento, a tratti  profondo, che questa professione sta attraversando e sfruttare al meglio gli strumenti per l’evoluzione di un mestiere che è in continuo movimento. Oggi più che mai occorrono formazione continua, spirito di servizio, capacità di connettersi con un mondo globalizzato.”

Commenti