Arriva dall’America, ha spopolato nel 2017 ed è tornato di gran moda quest’anno: stiamo parlando del butter blonde.

Già il nome ci va venire l’acquolina in bocca e l’ispirazione arriva dalla morbida tonalità del burro, un colore che addolcisce i lineamenti e dona luminosità al viso. Il colore, un biondo chiaro che ricorda i capelli delle surfiste oltreoceano, schiariti da sole e salsedine, ha anche un accenno di nuance dorata, a metà tra colori caldi e quelli freddi, perfetto per mettere in risalto l’abbronzatura.

A chi sta bene? Va bene in generale per chi ha già un castano chiaro di partenza e una pigmentazione del capello fredda, soprattutto a chi ha una carnagione chiara e rosata, un po’ meno sulle pelli più scure o olivastre.

Perfetto per tagli medio o lunghi in modo che le sfumature siano ben evidenziate: dato che il butter blonde va sfumato a partire dalle radici, ha bisogno di una chioma lunga per far vedere man mano l’effetto, altrimenti ci sarebbe uno stacco netto alle radici con i capelli corti.

Commenti