Buongiorno cari Parrucchierandi! L’ORÉAL è stata riconosciuta tra i leader globali nella sostenibilità d’impresa e si è aggiudicata un posto nella A List relativa alle categorie clima, acqua e foreste del CDP, la piattaforma no-profit globale di rendicontazione ambientale.
Il CDP pubblica giudizi compresi tra A e D su clima, acqua e foreste relativamente a più di 3000 grandi aziende e quelle che ottengono i giudizi migliori vengono incluse nella prestigiosa A List. Questo è il primo anno in cui l’organizzazione no-profit ha reso noti contemporaneamente i giudizi in tutte e tre le aree, a riprova dell’approccio olistico alla sostenibilità d’impresa.
L’ORÉAL è una delle uniche due aziende ad aver ottenuto una A in tutte e tre le categorie del CDP. Questo riconoscimento è il risultato delle notevoli iniziative avviate nel corso dell’ultimo esercizio per ridurre le emissioni di CO2, migliorare la gestione delle risorse idriche, contrastare la deforestazione lungo la propria supply chain e promuovere la nuova economia sostenibile.
Jean-Paul Agon, CEO di L’ORÉAL, ha dichiarato: “È un grande onore per noi essere una delle uniche due aziende a cui il CDP ha attribuito una tripla A. L’Oréal, a metà del percorso verso gli obiettivi per il 2020, ha già intrapreso una profonda trasformazione al fine di raggiungere gli ambiziosi traguardi che si è fissata su una scala ancor più ampia, in particolare sul fronte della salvaguardia del clima, sulla gestione sostenibile delle risorse idriche e sulla lotta alla deforestazione. Questo riconoscimento è un grande incoraggiamento a progredire ulteriormente in questo senso”.La A List del 2017 comprende 160 aziende globali alle quali il CDP ha assegnato una A per il loro impegno verso il clima, l’acqua o le foreste, ed è stata stilata su richiesta di 827 investitori con asset per oltre 100 trilioni di dollari americani. Migliaia di aziende sottopongono ogni anno i propri dati ambientali al CDP per una valutazione indipendente secondo il metodo di punteggio applicato da questa organizzazione.
Paul Dickinson, Presidente Esecutivo del CDP, ha dichiarato: “Congratulazioni a tutte le aziende che sono riuscite a figurare nella A List di quest’anno. Vedere così tante aziende pronte ad avviare iniziative ambiziose per mitigare i rischi ambientali e cogliere le opportunità insite nella transizione verso un’economia sostenibile è fonte di ispirazione. Queste sono le aziende che rendono possibile la transizione ora che ci stiamo avvicinando ad un “tipping point” dal punto di vista dell’azione ambientale”.
La A List (per il clima, l’acqua e le foreste) e i punteggi di tutte le aziende sono disponibili sul sito del CDP: https://www.cdp.net/en/scores-2017.
I punteggi vengono resi noti nel medesimo giorno della pubblicazione della seconda analisi annuale del CDP intitolata “Tracking progress on corporate climate action”. Dalla valutazione di quest’anno emerge come un numero crescente di aziende stia fissando obiettivi climatici sempre più ambiziosi e a lungo termine, mentre la transizione verso un’economia a basso tenore di carbonio promuove l’innovazione dei prodotti e l’utilizzo di nuovi strumenti per il cambiamento.

Commenti