NELLA MENTE DELL’ARTISTA

Mi tornano sempre in mente le parole di Michelangelo: “la statua è già nel marmo, l’artista la deve solo estrarre”…. Queste parole motivano sempre il mio approccio verso una testa di capelli, la differenza tra un freddo marmo e una testa umana è che quest’ultima ha una storia, dei sentimenti, una personalità, vive nell’oggi e domani potrebbe non essere più così. Interpretare una persona significa leggerla dentro, capire al volo ciò che non si vede, che è anche più importante di ciò che si vede. Che lavoro complicato il nostro, nell’era moderna non esistono più stereotipi di bellezza, la bellezza vera è quella che ti senti addosso e tu parrucchiere diventi un interprete, non più un pettinatore. I capelli sono un vestito che non puoi togliere e quindi sono obbligatoriamente il tuo miglior vestito, tu come parrucchiere li devi amare come fossero i tuoi, stabilire con loro una connessione e un dialogo perché escano dalle tue mani nella forma migliore.

Stamattina stavo rendendo straordinaria una mia cliente, dopo averle lavorato i capelli con il mio phon 8th Sense, ho abbassato il calore e il flusso d’aria e ho cominciato a stropicciarle i capelli dalla radice con le mai, con il tasto “freddo” le ho raffreddato poi i capelli per darle un aspetto naturale, a questo punto solo con l’ausilio dell’aria e senza mani ho ricomposto la piega. Lei, guardandosi, aveva gli occhi luminosi  (gli occhi della cliente alla fine del servizio parlano più di mille parole, se non le leggi “WOW” hai fallito) ed ha esclamato: “se io facessi cosi a casa, mi ritroverei in modo terribile…. Sei un mago con quelle mani”… Il mago senza la sua bacchetta magica nulla potrebbe, l’artista parrucchiere se non si attornia di arnesi in grado di essere la naturale estensione delle sue mani, come potrebbe fare opere straordinarie e trasformare la vita delle persone?  Come può l’artista parrucchiere rendere reale l’immagine che ha nel suo cervello senza l’ausilio di arnesi di trasformazione facili, efficaci e precisi?….. Senza le giuste domande non avremo mai le giuste risposte….

Commenta l’articolo qui!

Commenti