Effetto naturale, messy e poco definiti, con volumi extra, portati all’eccesso e afro style: sono questi i trend ricci più cool della stagione!
Il riccio autentico, quello effetto naturale, ha definitivamente riconquistato un posto di rilievo, sia sulle passerelle che nella vita di tutti i giorni! Ricci per chi non teme osare e lascia i capelli liberi di esprimersi al massimo delle loro potenzialità fino a toccare volumi maxi taglia! Così raccontano i professionisti TONI&GUY.
I ricci hanno questo di meraviglioso: movimento, onde, curve e un volume rotondo e morbido che ha un fascino innegabile.
E quando i ricci sono naturali, basta un semplice gesto, come passare le mani tra i capelli per rivitalizzarli e farli risplendere immediatamente.
Dai capelli ricci afro a quelli più natural a quelli wavy, la chiave di tutto sta nel taglio su misura!
Con lo scopo di valorizzare al massimo il mosso naturale, riducendo al minimo le operazioni di finish per permettere un effetto autentico anche da casa, le collezioni di tagli di capelli TONI&GUY propongono soluzioni di haircutting sempre più dettagliate e specifiche per ogni esigenza.
Due macro trend easy da realizzare (Afro Style e Natural Curls) se i capelli sono naturalmente curly, ma non impossibili anche per chi riccia di natura non lo è ancora!
NATURAL CURLS: i ricci naturali suggeriti nei principali trend capelli 2018 di TONI&GUY sono ricci liberi, soprattutto sulle lunghezze, con un dinamico contrasto di texture, wet e matte.
Per realizzare questo tipo di curly style, basta lasciare i ricci naturali, asciugandoli dopo aver usato lo shampoo, il conditioner e il prodotto di styling adatto, riprendendo appena il movimento per lasciarli i ricci liberi di esprimersi in piena libertà!
Un ritorno al riccio, senza artifici e costrizioni, per valorizzarne la struttura e rendere lo style semplice. Basta seguire il proprio movimento naturale, quindi, e ritornare alle origini, la chiave è tutta qui!
RICCI AFRO STYLE: quei ricci taglia XXL, in cui “VOLUME” è la parola chiave e l’obiettivo è quello di esaltare e valorizzare la struttura del riccio naturale, per un effetto voluminoso e seducente che ricorda i capelli stile ‘afro’.
Naturale, effetto capelli selvaggi, lo stile Afro è molto più di un semplice styling. E’ libertà di espressione, libertà di essere se stessi e di mostrarsi per ciò che si è realmente! L’ispirazione arriva da icone musicali come Gloria Gaynor, Diana Ross, Lionel Richie e Jimi Hendrix, sfoggiavano orgogliose le loro chiome voluminose e naturali dettando una tendenza forte e piena di significato che influenza la moda ancora oggi. Uno stile che non si limita ad essere un’altra moda capelli passeggera ma che per chi lo sceglie è l’incarnazione di un’ideologia, un messaggio che parla di parità e libertà.
Lo Style Afro Hair si presenta generalmente con due diverse tipologie di macro texture: una tipicamente Total Afro caratteristica di un capello duro, spesso e poroso, molto apprezzato tra gli hairstyle delle sfilate di Alta Moda più recenti e un’altra in cui si sono mixate tra loro le etnie africane con quelle europee. Capelli facili da trovare nei paesi caraibici e sud americani, dalla caratteristica meno rigida e quindi solitamente di più semplice gestione e con maggior e possibilità di creare diversi styling.
Il consiglio spassionato, quando si tratta di detersione dei capelli Afro, è quello di lavarli massimo 2 volte con shampoo e balsamo assolutamente privi di solfati come la linea label.m Organic Lemongrass Shampoo e Conditioner, seguiti da Kérastase Discipline, per esaltarne la naturale elasticità, lasciando agire l’idratazione 10 minuti almeno e districandoli con un pettine a larga dentatura antistatico durante e dopo il conditioner.
D’importanza fondamentale, come pratica di mantenimento, usare un olio spray nutriente, idratante, protettivo e allo stesso tempo leggero come label.m Therapy Rejuvenating Oil Mist da spruzzare direttamente sui capelli asciutti 3/4 volte la settimana, o al bisogno.
Attenzione! Evitate di pettinare i capelli da asciutti e non tirare mai i nodi a mani nude perché si rischia solo di danneggiare le punte e di sfibrarli inutilmente.

Commenti