Cosmopolitan, Celebration, Savage e Crystalline: sono questi i 4 mood del Trend Preview a/i 2012-2013 dei Class, presentati nei giorni scorsi nel bellissimo Obihall di Firenze davanti ad una platea di oltre 800 parrucchieri provenienti da tutta Italia.

 

{phocagallery view=category|categoryid=81|limitstart=0|limitcount=0}

CLASS non presenta una collezione ma propone autentici preview professionali sul mood contemporaneo. Luigi Neri Art Director ed i 4 Top HairStylist (Lucia Pojani, Daniele Amico, Roberto Baiocchi e Pierluigi Fabbri) hanno presentato i 4 MOOD di CLASS:

COSMOPOLITAN
Seventies something
Un non so che di ’70 con un tocco di disco ball anni ‘80. I cosmopoliti playboy saccheggiano a piene mani gli anni d’oro del fascino couture. Cocktail addict, sono sempre nel luogo dove dovrebbero essere, pre-essenzialisti a oltranza. Hanno un senso glamour della vita e delle cose: cercano di stupire con lo stile e l’immagine per il terrore di passare inosservati. Edonismo e trasgressione improntano ogni gesto in una prospettiva di valori che sfocia di frequente nella ribellione. La notte è il loro credo.
HAIR
Le nuance di Cosmopolitan sono elettrizzanti: dal mogano, al rosso, al rame fino a sfumature violette. L’hairstyle gioca con differenti texture: riccio o liscio, bob geometrico o volume super cotonato con l’aiuto di prodotti texturizzati ad hoc. Tutto in nome dell’apparire.

 

CELEBRATION
Timeless maniacs
Cosa hanno in comune l’aristocrazia e l’ironia? Probabilmente, il rifiuto di un riferimento temporale. I Timeless maniacs vivono qui, tra la celebrazione del vecchio e l’esaltazione irriverente della contemporaneità: la bellezza si colloca in un segmento di tempo che corre a ritroso. Passione elitaria, eccentricità e atmosfere non comuni sono i punti di riferimento dei Timeless maniacs, che, con uno spiccato senso dello stile, accettano temporalmente tutto, purché esclusivo.
HAIR
Dalla texture più esagerata al liscio più rigoroso, da ispirazioni vittoriane a quelle barocche e bizantine: il viaggio nel tempo saccheggia ogni più piccolo lampo di brillantezza nella storia contemporanea dell’hairstyle. I capelli passano tutti dal più rigido Brit style, in nome di un classico aristocratico da usare con ironia e senso della provocazione. C’è posto anche per i raccolti haute-couture, naturalmente. I colori, ispirati a una palette preziosa, sono fondamentali: dal castano bronzo al biondo dorato, dal caffè al thè.

 

SAVAGE
Wild things
‘Savage’, selvaggio: un nuovo modo di riacquisire la connessione con se stessi nella community globale che oscilla tra neo sciamanesimo ed eco edonismo. Restii al consumo, attenti alla natura e all’interiorità, i nuovi selvaggi amano gli oggetti che portano i segni dell’usura e rievocano radici lontane. La spiritualità è al centro delle loro esistenze, ancora integre: sapienze arcaiche, ritualità magiche e antichi cammini spirituali si fondono in un sincretismo originale, la cui unica regola è il rifiuto della convenzionalità post-moderna. Tutto è pronto per il ricongiungimento mistico con la terra e il regno animale…
HAIR
Wild hairstyle is the best hairstyle! I capelli hanno una vitalità propria che va rispettata. I colori sono quelli della natura, ma non necessariamente ‘naturali’: il marrone bamboo, il nero magma, il giallo intenso della piuma, il rosso e il cobalto. Lo styling è sospeso tra presente e assente, e riproduce antichi copricapi, si mescola a piume animali o a elementi del regno vegetale

 

CRYSTALLINE
Radical neutrality
Puri quanto neutrali, al punto di avere un appeal transgender: il popolo Crystalline non dichiara apertamente le ostilità, ma protesta in silenzio, in maniera radicale. Per non uniformarsi e accettare, non urla, ma inverte la rotta e inquieta con purezza da laboratorio e arti sospese tra high tech e magia. La neutralità è la nuova spiritualità. Non c’è traccia di radici, né ideologiche né etniche: domina un minimalismo tecnologico impersonale, appena velato dalla grazia.
HAIR
Un biondo freddo, scandinavo, che si avvicina al bianco, velato da tonalità rosate o violette: non c’è altra scelta per la palette Crystalline. Per tutto il resto, la libertà è radicale e totale: dal bob geometrico, al taglio medio, semplicissimo, al fascino del cortissimo, tutto è lecito là dove dominano le scalature e il taglio multi-strato che conferisce struttura e texture. Leggere le asimmetrie, che creano un tocco etereo, quasi alieno.

 

Class crede negli acconciatori, nel loro talento, nella convinzione che ognuno possa essere protagonista della ricerca ed interprete della bellezza. Vogliono essere riconosciuti come gli unici capaci di leggere le tendenze e tramutarle in stile, di cucire su misura, attraverso la consulenza, tagli e colori, creando look personalizzati ed innovativi.

 

Per questo Class ha coinvolto gli 8 GRUPPI con il progetto BE INSPIRED: ogni gruppo ha individuato un rappresentante per realizzare on stage il lavoro su modella cerato ispirandosi ai mood presentati per la P/E scorsa. Questi gli 8 rappresentanti: Pamela Iori, Katia Storai, Simone Spazian, Chiara Ricagno, Marco Caterino, Fabio Morra, Salvatore Bruno e Sebastiano di Fino.  I lavori sono stati così belli che tutti saranno i protagonisti di uno shooting fotografico che sarà pubblicato sul DREAM PAPER l’house organ di Class stampato in occasione dei lanci moda stagionali..

 

 

 

 

 

 

 

Commenti