Magazine Archivi - Pagina 671 di 676 - Parrucchierando

Categoria: Magazine

IL RISCHIO CHIMICO NEL SETTORE ACCONCIATURA

Buongiorno ragazzi,dato che da più giorni discutiamo di prodotti e salute in Salone, credo sia utile iniziare questo thread che sarà dedicato, come dice il titolo, al RISCHIO CHIMICO NEL SETTORE ACCONCIATURA.A tal riguardo è di qualche anno fa, ma sempre attualissimo, un opuscolo redatto da un gruppo di lavoro INAIL in collaborazione con il Comitato Paritetico Nazionale dell’Artigianato che tratta in modo dettagliato l’argomento: “Questo opuscolo è rivolto agli operatori del settoreacconciatura, comparto costituito daaziende prevalentemente a carattere artigianale.In particolare l’opuscolo vuole essere uno strumentoinformativo sul rischio chimico correlato ai prodotti utilizzatinelle diverse fasi di lavoro e sulla adozione dielementari norme di sicurezza e buona pratica checonsentono di prevenire i rischi per la salute.” Visto che l’argomento è importante e lungo, lo tratteremo con diversi post. Iniziamo dalla base che i più conoscono ma che è sempre utile rispolverare: “1. Il settore acconciatura1.1 IntroduzioneIn Italia la distribuzione degli acconciatori è tra le più elevate fra i paesi dell’UnioneEuropea. In particolare risulta dai dati INAIL che alla categoria “barbieri, parrucchierie simili” fanno capo circa 70.000 esercizi.Il numero medio di addetti per ogni struttura non supera generalmente le pocheunità tranne una piccola percentuale di esercizi.Ai prodotti utilizzati per la cura dei capelli l’industria cosmetica dedica una numerosaserie di sostanze di varia natura; queste sono annoverate nell’InventarioEuropeo degli Ingredienti Cosmetici che riporta più di 5000 sostanze chimiche dicui circa 1400 vegetali,...

Read More

Keith Haring nel salone di Orea Malià + concorso anni ’80

  IRRIVERENZA_INNOCENZA_INDECENZA: la pop art di Keith Haring nel salone di OREA MALIÀ Vernissage 29 gennaio, ore 20.00 Orea Malià, via Ugo Bassi 15, Bologna. Un evento Arte Fiera Off Correva l’anno 1984 quando alcuni giovani artisti newyorchesi sbarcarono a Bologna, invitati dalla critica Francesca Alinovi per la grande mostra sull’arte americana “Arte di frontiera, New York Graffiti”.  Portarono uno stile nuovo: erano l’espressione di un’arte in mutamento che dalla strada stava entrando prepotentemente nelle gallerie . Keith Haring, Jean Michel Basquiat, Futura 2000, Lee Quinones, Rammellzee: questi i nomi di alcune tra le più importanti icone di quella...

Read More

Angelo Seminara nuovo direttore artistico Davines

Italiano, ma da lungo tempo all’estero, parrucchiere di spirito cosmopolita, Angelo Seminara è considerato l’astro nascente dell’hair-styling internazionale: ‘British Hairdresser of the year’ nel 2007 e nel 2010 (riconoscimento equivalente in quanto a prestigio al premio Oscar per un attore), contemporaneamente ha guadagnato un’altissima reputazione nel circuito dei catwalks internazionali, sia in collaborazione con Eugene Soulieman che direttamente, lavorando nei backstage delle sfilate di Parigi, New York, Londra e Milano, con stilisti di alta moda come Chanel, Valentino, Hermes, Stella McCartney, Dolce&Gabbana, Alexander McQueen, Vivienne Westwood. La nutrita lista di collaborazioni, con celebrità del calibro di Ringo Star, Emma...

Read More

oggi su La Repubblica AFFITTO POLTRONA PARRUCCHIERI

oggi è uscita un’intervista a Fabio Messina presidente hair Lobbying (la prima associazione a favore dei parrucchieri) l’intervista è stata pubblicata anche da diversi siti internetcome http://www.dirittiglobali.it/home/categ … iviso.htmle http://altrimondi.gazzetta.it/2011/01/s … il-la.html Bianca ha poco più di quarant´anni, un negozio di parrucchiere nel centro di Roma e, a causa della crisi e della concorrenza cinese a basso costo, non riesce più a sostenere le spese. Però ha avuto un´idea: affittare una poltrona del salone ad un collega. Per il nuovo arrivato ci sarà una sedia sempre disponibile, una lista di clienti e di appuntamenti individuale. Ana, da un blog di Berlino, racconta che con 75 euro al mese la sua vita è cambiata. Ora ha a disposizione una postazione lavorativa, un collegamento internet ed è in contatto con professionisti che fanno lavori diversi dal suo. Ecco le ultime frontiere del coworking. Di quella condivisione del lavoro, inteso non come professione, ma come spazio. C´è chi affitta una poltrona in un laboratorio dentistico, chi una stanza in uno studio medico, un lettino in un centro benessere e chi, ancora, una linea wireless. Contratti a volte brevi: un giorno, a volte più lunghi, un mese. Mai più di un anno. Perché la nuova società è liquida, veloce, incerta. Oggi sì, domani forse. Nel mondo le comunità sono circa 270. Ma aumentano velocemente. In Italia la più famosa è “Coworking project”. Un...

Read More

Forbici Cutterfly in carburo di tungsteno

Tips & Trick prodotti Olaplex con i tecnici Olaplex – Italia

Quanti clienti devo avere se voglio tenere aperto il mio salone?

Categorie