Las Vegas, 13 luglio 2014 – Si apre oggi la 12esima edizione di Cosmoprof North America. La manifestazione, che segue Cosmoprof Worldwide Bologna e anticipa Cosmoprof Asia (Hong Kong dal 12 al 14 novembre), va in scena dal 13 al 15 luglio al Mandalay Bay Convention Center di Las Vegas e ripropone il format di successo che BolognaFiere esporta nel mondo.

Anche Cosmetica Italia investe concretamente sulla promozione del Made in Italy in occasione della kermesse americana che si conferma fiera specializzata di riferimento del Nord America e in particolare degli USA.

961 espositori provenienti da oltre 40 paesi e collettive nazionali da Cina, Brasile, Italia, Corea del Sud, Spagna, Turchia, Taiwan, Pakistan con le new entry Polonia e Sudafrica: sono questi i numeri dell’edizione 2014 della manifestazione.

In collaborazione con Promos, azienda speciale della Camera di Commercio di Milano per l’internazionalizzazione, l’Associazione organizza una collettiva Italia presso i padiglioni B e C, volta a ribadire l’eccellenza delle aziende italiane della cosmetica e la loro competitività a livello internazionale.

Grazie all’International Buyer Program, le aziende italiane avranno la possibilità di incontrare una selezione di operatori qualificati provenienti da Canada, Messico, Argentina, Panama, Brasile, India con incontri b2b.

Anche nel 2013 gli Stati Uniti rappresentano la prima destinazione delle esportazioni italiane di cosmetici dopo Francia, Germania e Regno Unito, con una crescita che nel 2013 ha registrato il +4,7% per un valore pari a 215 milioni di euro.

Questo valore rappresenta l’82,5% delle esportazioni nell’area Nafta (Canada, Messico e Stati Uniti).

Le perfomance più evidenti, per quanto concerne i prodotti italiani venduti sul mercato statunitense, riguardano la profumeria alcolica, cresciuta di oltre il 70% per un valore di 70 milioni di euro. Altrettanto importanti i prodotti per capelli, che hanno toccato i 61 milioni di euro, con una crescita del 13%.

«Sempre di più l’offerta italiana – dichiara Fabio Rossello, presidente di Cosmetica Italia – conferma l’attitudine all’internazionalizzazione riuscendo a competere non solo sui nuovi mercati, ma anche su quelli tradizionali dove il confronto con altri competitor è serrato. La capacità di proporre un mix di prodotto, servizio, sicurezza e innovazione è l’espressione distintiva dell’industria cosmetica italiana, che ha saputo reagire prima e meglio alla congiuntura negativa sia domestica che oltre confine».

Alcuni dati emblematici: il valore della produzione nel 2013 è stato di oltre 9.200 milioni di euro (+2,6%) grazie alle esportazioni che, con una crescita dell’11%, si approssimano ai 3.200 milioni di euro. Questo risultato porta a una bilancia commerciale attiva di oltre 1.500 milioni di euro con ulteriori spazi di crescita.

Per quanto concerne il mercato interno, sostanzialmente stabile, nel 2013 il valore è stato di circa 9.500 milioni di euro. L’Italia si conferma 4° mercato in Europa, dopo Germania, Francia e Regno Unito. L’Europa è il più grande mercato cosmetico al mondo con oltre 72.000 milioni di euro.

Commenti