Quando le arti e la bellezza vanno di pari passo nascono le idee più belle: martedì 29 ottobre, infatti, si inaugura ufficialmente la mostra “I capelli: simbologia, semiologia e sociologia attraverso lo sguardo dell’artista” che vede coinvolti gli studenti del biennio di Teoria e Pratica della Terapeutica Artistica dell’Accademia di Belle Arti di Brera.La mostra, che si potrà visitare gratuitamente da mercoledì 30 ottobre fino a venerdì 15 novembre, in via Tortona 32 (dalle 10 alle 18),  nasce dal concorso artistico promosso da Alfaparf Group realizzato in collaborazione e con il patrocinio dell’Accademia di Belle Arti. I giovani artisti esporranno le loro 55 opere realizzate concentrandosi sul tema dei capelli, colti nel loro aspetto simbolico e psicologico, e riflettendo su ciò che il capello (o il non avere capelli) può significare.

Sono stati circa 70 i partecipanti iscritti al concorso e finalmente, in occasione dell’inaugurazione della kermesse artistica, verranno svelati i vincitori: Alfaparf ha messo in palio un premio in denaro per il primo, il secondo e il terzo classificato. E’ stato inoltre istituito un premio speciale per l’opera più votata sui social network (AlfaparfArt).

I capelli sono la “cornice” del viso che è manifestazione dell’identità e specchio dell’anima. Già da un primo sguardo si intuisce quindi la ricchezza e le infinite possibilità esplorative intorno all’argomento, fonte d’ispirazione per i giovani artisti.
Fra le finalità del progetto, in assonanza con le caratteristiche del biennio in Teoria e Pratica della Terapeutica Artistica, da sempre impegnato nel sociale, oltre alla produzione e ricerca artistica, il ricavato delle opere acquistate durante la Mostra sarà destinato alla Onlus “La Forza e il Sorriso – per la bellezza delle donne che affrontano il cancro”.

Creatività, ricerca e cura dei dettagli sono da sempre alla base del Gruppo lombardo: “Insieme agli studenti dell’Accademia”, dichiara il Vicepresidente di Alfaparf Attilio Brambilla, “siamo riusciti a tradurre ciò che per noi è un concetto di business in qualcosa di artistico. Brera è il luogo in cui diverse forme d’arte prendono vita. Grazie alla creatività dei giovani artisti abbiamo così due concetti professionali che si incontrano sul tema dei capelli”.

Commenti