Il Perché deve essere presente come l’acqua, l’Io dovrebbe spegnersi lentamente nel valore del confronto.

Davanti ad un gruppo di amici, un bicchiere di buon vino o di qualsivoglia bevanda si ha una grande opportunità, quella di esprimersi con libertà e spesso dare corpo emozionale a idee e pensieri.

Una canzone citava “eravamo quattro amici al bar che volevano cambiare il mondo”.

 

Propongo un aperitivo virtuale al nostro settore, dove il ogn’uno virtualmente farà da “barman”, dove avrà il piacere di accogliere, e ascoltare i vari  perché di vario genere, i per come si potrebbero fare le cose, cercare il confronto se pur  virtuale,  “cercare “nella mente dei nostri partner operativi, colleghi, opportunità, idee, sogni inespressi, capaci di far evolvere, nel confronto, una categoria di individui che in assoluto ciò che li contraddistingue è e resta l’abnegazione nei confronti del mestiere.

Poter bere del vino nel calice di un sognatore, poter assaporare e riscaldare il brandy di uno stilista, poter gustare la freschezza dei sogni di chi sarà il futuro…. se ciò fosse possibile questo sarebbe di certo un ”aperitivo con cibo per i pensieri”.

Gruppo d’individui ubriachi del piacere di sapere e del piacere di donarsi.

FC  

Commenti