Buongiorno Cari Parrucchierandi! Oggi vogliamo raccontarvi una storia, anzi Barex vi racconterà una storia meravigliosa di capelli, passione e morbidezza. Buona lettura!

Vi presento Micheal, il ragazzo che si guadagnava da vivere facendosi toccare i capelli. Ebbene sì, esiste davvero, non è una leggenda metropolitana ma una storia vera e vale la pena raccontarla.

Lui è un ragazzo di Parma che nel 2012 ha deciso di partire con lo zaino in spalla per un viaggio che gli ha fatto scoprire la sua vera natura: quella di viaggiatore. Con i suoi capelli buffi e il suo grande sorriso ha incantato milioni di persone che hanno iniziato a seguire le sue avventure nel suo blog “vita da backpackers”. Purtroppo però, non si può vivere solo di sogni e per viaggiare servono soldi, così con la sua faccia sveglia e i suoi ricci pazzeschi si è inventato un modo spiritoso per guadagnare denaro: farsi toccare i capelli.

La sua idea è nata mentre si trovava in Giappone. Aveva una fidanzata taiwanese, e lei e i suoi amici erano molto incuriositi dalla sua folta chioma: lo prendevano in giro con nomignoli buffi e gli toccavano spesso i capelli usandoli come antistress.

Così, nata come una scommessa tra amici, ha deciso di sfruttare la differenza somatica rispetto alla gente del posto e ha funzionato! In soli tre mesi e poche ore di “lavoro” è riuscito a guadagnare ben 1300 euro. La genialità della sua idea sta nel fatto che in Oriente è molto difficile vedere persone con questo tipo di acconciatura quindi in poco tempo si è trasformato in una vera e propria attrazione.

Un giovane da apprezzare che con la sua originalità e la sua grinta è riuscito a trasformare la sua passione in un vero e proprio lavoro.

Commenti