Dobbiamo aprire se no gli abusivi prospereranno…
.. come per il maiale … non si butta via niente .. ormai vale tutto

Premesso che se hai un Salone con S maiuscola, l’ultima cosa di cui oggi dovresti preoccuparti è di cercare di fare diventare tuoi clienti le persone che si affidano agli esseri che strisciano tra le case perché quelli NON DEVONO essere tuoi clienti.

Parrucchierando è da sempre in lotta contro l’abusivismo e trovi innumerevoli post e video a riguardo prodotti da noi sulla rete.
Ma aggrapparci oggi al fatto che si deve riaprire anche per evitare che gli abusivi aumentino vuol dire proprio aver toccato il fondo e cominciare a scavare.

Ci sarà sempre qualcuno che offrirà il tuo servizio a meno. Il tuo problema è solo se l’esperienza che il cliente dotterà sarà la stessa (o superiore) a quella che tu offri.

Perchè invece di spendere così tanti sforzi verso queste persone non in target, giusto per fare un esempio non ti concentri a fare venire gli amici dei tuoi migliori clienti che nel tuo salone? Ma soprattutto perchè a distanza di un anno dal primo lockdown sei nella condizione che se il salone rimane chiuso 15 gg tu rischi di fallire?

Ora probabilmente questo singolo esempio non è riferito a te nello specifico, ma come noi continuiamo a generare materiali per far crescere il salone in Parrucchierando On Demand
dovresti però renderti conto che oggi il passaparola tradizionale è inadeguato, anzi inutile, perché non è in grado di demolire la barriera di diffidenza che separa i potenziali acquirenti dal tuo salone. Quello che ti serve è un sistema di referral testato ed efficace. Referral che tra l’altro, non significa che un cliente soddisfatto e lui te ne porta un’altro. Ma non siamo qui a parlare di questo ora

Siamo qui a parlare di questa domanda: E’realmente il covid il problema che dopo due settimane di chiusura sei disposto a legarti nudo sulle rotaie del tram o ad aprire il salone rischiando una sanzione di 3000 euro perchè sei in imminente default?

Come chiediamo alle varie associazioni che si mettono in mostra oggi e chiedono aiuto a voi con discutibili petizioni ( con le quali raccolgono i vostri dati e anche i vostri soldi), … tu durante il resto dell’anno, cosa hai fatto per il tuo salone oltre ad essere in numero 1 a tagliare e colorare i capelli per non trovarti in questa situazione?

Aprire certo, noi per primi sosteniamo che il salone è uno dei luoghi più sicuri… ma se anche aprissi e continuassi a fare le stesse cose di prima, sicuro che i tuoi problemi in futuro sarebbe finiti?

Commenti