fbpx

Più corto del bob e più lungo del pixie, il bixie cut torna alla ribalta nel 2022 dopo oltre due decenni dal suo periodo d’oro, gli anni ‘90.
Un mix perfetto, dunque tra il caschetto e il taglio corto per definizione, che si traduce in un look corto (ma non troppo) e sfilato, leggero e spettinato… perfetto per quelle persone che non vogliono perdere troppo tempo dietro ai capelli e amano lo stile anni ’90.

Parliamo di un taglio che hanno indossato tutte, da Winona Ryder a Cameron Diaz, Halle Berry, Paris Hilton… chi non ricorda l’iconico taglio di capelli di Meg Ryan in C’è posta per te?? È stato per anni tra i più richiesti ai parrucchieri di tutto il mondo.

Perfetto per chi ha voglia di cambiare ma non vuole osare troppo, il Bixie è taglio genderless e versatile che garantisce un hairlook fresco e sbarazzino, ma soprattutto di facile manutenzione.

Il suo essere naturalmente messy lo rende ancora più glamour, ma attenzione allo styling che, per un risultato ottimale, deve avere volume e una texture vissuta.

Il Bixie Cut può essere calibrato in base al viso, ai lineamenti e alla fisionomia della cliente, personalizzando così le lunghezze e la tessitura. Essendo un taglio molto versatile, è perfetto su ogni tipologia di capello.
Nei prossimi giorni vi parleremo di un altro taglio che farà molto parlare di sé e che parte sempre dal pixie cut ma, questa volta, si fonde con il mullet: il mixie cut. Stay tuned!

Commenti
Share This