Questa è la domanda delle domande perché ha molteplici risposte, quasi infinite. Parto dal concetto che le risposte giuste o sbagliate non esistono, esistono risultati giusti o sbagliati e se Newton non si è sbagliato nella sua terza legge (azione/reazione), possiamo dire con certezza che le risposte/risultati derivano da azioni/domande giuste. Vediamo di porcele queste domande giuste…….

È un artista creativo?….. Certamente si, la sola capacità di trasformare la materia ne fa un artista assoluto. La capacità di creare è una dote prettamente mentale, il creativo assoluto è quello che riesce a creare immagini innovative nel proprio cervello, riesce a vedere una realtà che altri non vedono, ha un pensiero laterale e pensa assolutamente fuori dagli schemi. Tutto bellissimo ma poi se non riesce a trasformare in realtà il sogno tutto rimane effimero. Serve una capacità manuale….

Quindi è un buon artigiano?….. Ma certamente si. La natura e l’evoluzione ci hanno fornito delle armi sensazionali: le mani con il pollice opponibile. Sono probabilmente responsabili di tutta l’evoluzione del genere umano, hanno permesso all’uomo di trasformare le sue creazioni mentali in oggetti che ci hanno aiutato ad evolverci. La trasformazione dei capelli passa attraverso l’uso delle mani e per sapelre usare nel modo migliore occorre allenamento, tanto allenamento. Serve dedizione, passione, migliaia di ore di formazione, capacità di insistere e non abbattersi di fronte ai primi fallimenti. Diventare bravi artigiani non è per tutti, sapere plasmare la materia è il frutto di dedizione assoluta alla tecnica.

Quindi un ottimo parrucchiere è un tecnico?….. Ma assolutamente si. Conosce tutte le tecniche all’avanguardia, anche dopo 30 anni di esperienza continua a formarsi su tecniche sempre nuove. Tutto vero e verissimo ma per essere un bravo tecnico hai bisogno di strumenti e prodotti e uno dei valori fondamentali di un professionista è lavorare con la strumentazione e cosmetica migliore e se non conosci quello che usi rischi di vanificare tutto il lavoro a monte…..

Allora per essere i parrucchieri migliori bisogna essere studiosi? ….. Altro si assoluto. La conoscenza è la base della scelta, bisogna conoscere i meccanismi, la fisiologia della pelle, le sostanze che compongono i prodotti, le qualità migliori di uno strumento styling. Bisogna sapere di fisica, di chimica, ma anche essere bravi comunicatori e per fare questo il cervello deve essere allenato…. Già, bisogna allenare anche il cervello….. leggere, essere curiosi, studiare, approfondire. Cavolo e pensare che la percezione del mercato sul mondo dei parrucchieri è di frivolezza, pettegolezzi e ignoranza….. Ragazzi bisogna che facciamo qualcosa per comunicarci meglio, ma questo è un altro discorso….. Ok, Prima creativi, poi artigiani, poi tecnici, poi studiosi, ma il marmo che andiamo a trattare è vivo, ha una coscienza e una vita, delle emozioni e dei sentimenti, una sensibilità e un mondo suo e a quel mondo comunica con i suoi capelli, se non ci addentriamo nel suo mondo come potremo fargli il lavoro migliore?

Quindi mi vuoi dire che un ottimo parrucchiere è anche un po’ psicologo?….. Si Si Si…. La capacità empatica deve assolutamente essere una delle capacità migliori del parrucchiere. La capacità interpretativa è direttamente proporzionale all’empatia che si riesce ad instaurare con la persona che si è affidata a noi. Michelangelo diceva che la statua è già nel marmo che ti accingi a plasmare, il bravo artista deve solo estrarla. È la più alta espressione della professione parrucchiere questa, è il 70% di tutto il nostro lavoro bellissimo. Le indicazioni sull’acquisto che ci vengono dalle menti altolocate, dicono che la gente acquista ciò che li emoziona e non l’oggetto o il servizio in se. Acquistano pensando all’emozione che proveranno. La domanda giusta è: Come posso rendere emozionante per il mio pubblico  il mio lavoro?

Potrei anche addentrarmi in altre capacità necessarie ad un ottimo parrucchiere come la leadership, la capacità gestionale, la capacità imprenditoriale, il problem solving eccetera eccetera. A questo punto bisognerebbe scrivere un libro.

Ma quindi alla fine di tutto questo, la domanda è sempre quella, qual è il parrucchiere migliore?

Qui la risposta è semplice, il parrucchiere migliore è quello che incarna un po’ tutto quello che abbiamo scritto sopra. È quella che persona che mette il fuoco della passione in tutti gli aspetti che abbiamo elencato ed è instancabile, inarrestabile e ha sete di sapere… sempre.

Tu parrucchiere, quando trovi persone che non rispettano ciò che sei, ricordati che sei tutto questo, siine fiero…. Per quelle persone ci sono i cinesi, non si può piacere a tutti. 

Commenti