Sono stati 671 i parrucchieri arrivati da tutta Italia domenica 3 e lunedì 4 allo Sheraton Malpensa Airport Hotel, per partecipare a Creatori di Autostima, la due giorni di festa formativa creata e organizzata da Lelio “lele” Canavero, il trainer di impresa specializzato in hair & beauty, che sta rivoluzionando il mondo dei parrucchieri.

Due giorni dedicati a mettere i parrucchieri in condizione di gestire il proprio tempo e di focalizzarsi sugli obiettivi. Perché questi due elementi? L’analisi di circa duecento saloni italiani ha rivelato che tempo e priorità sono le due problematiche comuni a tutti: affliggono tanto chi si sta godendo i risultati della propria crescita, quanto chi fatica ancora ad averne. In due giorni, impegnativi ma anche divertenti, i parrucchieri hanno imparato a trovare le ore in mezzo ai minuti, a liberare il tempo facendo meno di ciò che fanno adesso, e a classificare le priorità con un metodo efficace. Ma non solo.

Hanno anche scoperto l’importanza del loro lavoro nella vita delle persone. Sono stati infatti definiti Creatori di Autostima perché, curandone l’aspetto, i parrucchieri migliorano il modo di essere delle persone: i clienti entrano in salone guardando lo smartphone o il pavimento ed escono incrociando gli sguardi degli altri e specchiandosi nelle vetrine.

La mattina di domenica 3 dicembre è iniziata con un lavoro ‘passo dopo passo’, guidato da Lelio “lele” Canavero, per individuare qual è il proprio stile di vita ideale e quale peso devono avere le attività nel raggiungimento di questo stile. Sono state demolite molte convinzioni e individuati gli elementi che consentono di guardare al tempo come ad un alleato e non un nemico. Ognuno dei presenti ha messo nero su bianco le proprie ambizioni ed esigenze, accanto ai problemi e alle difficoltà; ha pensato a come potrà essere il proprio 3 dicembre 2018 e ha iniziato a ‘vedere’ quale sarà il proprio progetto per raggiungere l’obiettivo. Su questo tema si è sviluppato il lavoro del giorno successivo.

Nel pomeriggio di domenica i partecipanti hanno toccato con mano in quanti modi si può declinare il percorso che porta a diventare imprenditori della bellezza. Sono state infatti 11 le storie di colleghi che, ognuno con la propria personalità, hanno fatto un percorso di crescita, guidato da Lelio “lele” Canavero, evolvendo da artigiani a imprenditori della bellezza.

Il primo a salire sul palco è stato Alessandro Montenegro, di Monza, che ha espresso l’intensità con cui vive la propria ‘differenza’, ovvero l’elemento che lo distingue dalla concorrenza e gli consente di sviluppare esattamente il mercato che vuole. Montenegro è un creatore di stile e le sue clienti vivono lo stile come un valore centrale della propria vita. A lui è seguita Roberta Trivelloni, di Fontanellato, che ha rivoluzionato il suo business dopo 26 anni, puntando sull’eterna giovinezza dei capelli, e un risultato attuale di fiches media di oltre 90 euro. E poi Elena Zazzera e il suo coraggio di cambiare, puntando sull’organizzazione e portando nel lavoro di acconciatore esperienze precedenti da settori lontani. E ancora ‘la vita è una vacanza’ di Davide Sciandra, di Mondovì, con un intervento all’insegna dell’atteggiamento positivo verso la vita, anche quando entra in negozio la temuta Agenzia delle Entrate. Da Arezzo è arrivato Mattia Alfreducci, che ha scelto di spostare il negozio perché improvvisamente sono mutate le condizioni intorno a lui e indipendentemente da lui.

Dal sud, precisamente da Racale, in provincia di Lecce, Tiziano Santoro, che ha voluto raccontare un’esperienza personale molto forte, che ha affrontato con il coraggio di chi crede in sé stesso e ha individuato il suo obiettivo di vita e di lavoro. E ancora Diego Mognon, di Vicenza, che, trovandosi stretto nel ruolo di cuoco, è passato ‘dalle padelle ai capelli’ e ha augurato a tutti di ‘vivere sempre ogni istante’. L’energia e la simpatia sono stati il leit motiv di Lorella Bossi, da Biella, che a gennaio inizierà una nuova avventura nel total look. Ancora una donna sul palco, Maria Rita Testore, un’istituzione nella formazione, che ha fatto far pace la carriera con la vita personale. Emozioni intense anche con Raffaele Sias, di Lodi, che si è messo a nudo nelle sue fragilità di bambino e nel raggiungimento di una vita dove il giudizio e le colpe hanno perso tutto il loro potere distruttivo. Una spinta verso il coraggio l’ha trasmessa anche Nicola Zanivan, di Torino, che ha trasformato la sua peggiore giornata di esattamente un anno fa nel ‘tempo del denaro’, ispirando tanti colleghi che si trovano o si sono trovati in difficoltà economiche.

Un dodicesimo ‘collega coraggioso’, come li ha definiti Lelio “lele” Canavero, ha raggiunto virtualmente il pubblico in collegamento da Brescia, dove si era appena sposato: Mauro Ferrari ha condiviso la chiave del suo successo, ovvero ‘rallentare’ e godere di tutti i momenti della vita e del lavoro.

Il clima di emozione del pomeriggio è proseguito in serata, quando Lelio “lele” Canavero ha consegnato le chiavi di casa a Massimo Valli, voce storica di Radio Montecarlo, per una puntata speciale del suo ‘salotto’: sul palco si sono avvicendati ospiti di diversa provenienza che hanno coinvolto il pubblico in un appassionante talk tra il serio e il comico. Tra interviste a parrucchieri, comunicatori, estetiste, trainer di respirazione e allungamenti, è stata esilarante la piece di Stefano Andreoli sul rapporto tra gli uomini e i parrucchieri delle loro fidanzate.

In chiusura di serata, un brindisi collettivo ha fatto vivere a tutti la gioiosa sensazione di aver iniziato una crescita personale importante tanto per il lavoro quanto per la vita.

I lavori sono ripresi lunedì mattina con un percorso condiviso ed esercizi pratici prima sul tempo, poi sugli obiettivi.  Nel pomeriggio, l’approfondimento su come ‘mettercela tutta nel fare le cose giuste’ il mantra degli imprenditori della bellezza. Ad ogni step i partecipanti hanno potuto apprezzare la crescente sensazione di essere pronti a essere padroni del proprio tempo e non più schiavi. Ad ogni pausa sono aumentati i sorrisi, talvolta le lacrime (di gioia ed emozione) e la voglia di iniziare fin da subito il proprio percorso verso lo stile di vita ideale, partendo dalla gestione del tempo e la focalizzazione sulle priorità.

In chiusura, l’annuncio che Creatori di Autostima non finisce con le giornate formative, ma prosegue con un libro, scritto da Lelio “lele” Canavero, disponibile a gennaio.

L’evoluzione da artigiani ad Imprenditori della Bellezza passa attraverso il percorso formativo proposto da Canavero, il cui è obiettivo è mettere il parrucchiere in condizione di sviluppare il proprio business con la stessa sicurezza, la stessa passione, gli stessi risultati con cui esegue un taglio o una piega. Un vero e proprio salto culturale.

Il percorso inizia con il corso ParrucchierePRO e prevede cinque aree di intervento: posizionamento, filosofia e gestione del salone, conquista e fidelizzazione della clientela, leadership e motivazione dei collaboratori, sviluppo personale e professionale attraverso l’atteggiamento mentale e la comunicazione efficace.

Soltanto negli ultimi sei anni Canavero ha formato oltre 5 mila tra parrucchieri e loro collaboratori.

Nel 2017 sono stati oltre 800 i parrucchieri italiani che hanno aderito al programma. Oltre il 20% ha duplicato o triplicato il fatturato, metà di loro presentano incrementi a doppia cifra (media superiore al 22%); in alcuni casi i saloni sono passati da 3 a 8 dipendenti, gli scontrini medi sono cresciuti di 11 euro in meno di un anno e ogni mese i clienti sono spesso raddoppiati, senza contare che di pari passo è stato anche il tasso di fidelizzazione.

Commenti