Avete capito bene, Facebook potrebbe diventare a pagamento per chi non accettasse di farsi profilare. Questo l’avvertimento di Zuckerberg agli utenti Apple. Il problema a monte di tutto è il famigerato App Tracking Transparency, il nuovo protocollo sulla privacy voluto da Tim Cook che, in mancanza di un permesso concesso dagli utenti di iPhone, non permette agli sviluppatori di tracciare e profilare il pubblico per inviare pubblicità.

La conseguenza più drammatica è che oltre 25mila campagne pubblicitarie a livello globale potrebbero essere fortemente a rischio con un grave danno per creator ed editori. I ricavi pubblicitari di Facebook, infatti, sono in continuo aumento con un incremento addirittura del 48% solo nel primo trimestre dell’anno e questa iniziativa taglierebbe fuori dal mercato della pubblicità le piccole aziende, favorendo solo i grandi gruppi. Per FB questo protocollo andrebbe oltre la questione privacy andando a toccare, invece, interessi economici (ovviamente Apple nega inneggiando alla trasparenza).

Nel frattempo, forse qualcuno di voi l’ha notato, iniziano ad apparire degli avvisi in-app del tipo “Help keep Facebook free of charge”, cioè “aiutaci a mantenere gratuiti i nostri servizi”.

Questo tradotto cosa significa? Che se si vuole avere Facebook senza pagare, come è sempre stato, bisogna dare una mano ad abilitare abilitate tracciamento e profilazione, bypassando il protocollo privacy di cui sopra. Lo stesso invito, inoltre, è stato rivolto anche agli utenti Instagram.

Commenti