Dal 2007, la Giornata Mondiale dei Diritti degli Animali, coincide con l’anniversario della redazione della Dichiarazione Universale dei diritti Umani.

Questo per dimostrare che tutti gli essere viventi meritano dignità e rispetto.

Con il passare del tempo, sempre più gruppi e associazioni di categoria hanno cominciato a rivendicare diritti fondamentali e inalienabili anche per gli animali. Nel 1998 l’associazione animalista britannica Uncaget Campaigns (oggi chiamata Centre for Animals & Social Justice) decise di istituire la giornata per i diritti degli animali il 10 dicembre proprio affinché i diritti fossero estesi a tutti gli animali, non solo agli umani.
Volevano far sì che il diritto a non essere ucciso, a non essere considerato una proprietà o a non essere sottoposto a prigionia e tortura fossero conferiti anche agli animali.
Da quel giorno sono cambiate molte cose, l’opinione pubblica è stata notevolmente sensibilizzata su questo tema, e nel 2007 il 10 dicembre è diventata la Giornata Internazionale per i Diritti degli Animali celebrata dalle associazioni animaliste di tutto il mondo.

Anche il mondo dell’ haircare è sempre più orientato verso scelte compatibili col benessere degli animali. Un esempio, che tutti conoscete, è quello di R+Co, brand haircare di Miami, che è 100% vegano, low-waste, senza pigmenti artificiali, senza oli minerali, senza siliconi e parabeni… ma è anche certificato Leaping Bunny! Leaping Bunny è una certificazione riconosciuta a livello internazionale per i prodotti cosmetici che vengono prodotti senza test sugli animali.

Per la certificazione, il produttore dà il consenso ad aderire alle rigorose linee guida a cui non sono ammesse eccezioni.
Il rispetto dello standard viene garantito attraverso controlli ed ispezioni regolari.

Perché è vero che #allyouneedisgoodhair, ma sempre nel rispetto degli altri, anche dei nostri amici animali.

Commenti