Se da qualche giorno il tanto discusso Green Pass è obbligatorio per poter accedere a una serie di luoghi e attività, e lo rimarrà almeno fino al 31 dicembre, data in cui dovrebbe finire lo stato di emergenza, quello che per ora sembra sicuro è che NON serva per andare dal parrucchiere.

Come già sappiamo dal 6 agosto servirà per ristoranti e bar per la consumazione al tavolo nei locali al chiuso. Spettacoli, eventi e competizioni sportive. Musei, mostre, fiere, sagre, convegni. Piscine, palestre e sport di squadra. Centri benessere, anche se collegati agli hotel. Centri termali. Parchi a tema e parchi di divertimento. Centri culturali, sociali e ricreativi nei locali al chiuso, con esclusione dei centri educativi e i centri estivi per l’infanzia. Sale giochi, scommesse, bingo e casinò. Concorsi pubblici.

Dal primo settembre, invece, servirà anche per la scuola, limitatamente al personale scolastico. Università, sia per il personale che per gli studenti. Mezzi di trasporto come aerei, navi e traghetti, fatta eccezione per quelli sullo Stretto di Messina. Treni extraurbani e Alta velocità. Autobus che collegano più di due regioni o adibiti a servizio di noleggio con conducente.

Ma torniamo alla questione “Green Pass dal parrucchiere” che, come dicevamo, non è richiesto. Però molti saloni hanno al loro interno centri benessere, massaggi, centri estetici per i quali serve fare una precisazione. I centri estetici non devono richiedere il Green pass all’ingresso, mentre i centri benessere sono obbligati a farlo. Il problema è che, in alcuni casi, i servizi erogati sono simili e ci sono attività che potrebbero cadere a metà tra le due definizioni.

Per evitare dubbi e sanzioni è sempre meglio controllare il codice Ateco collegato alla propria partita Iva. Ed ecco qui sotto un recap delle attività per cui NON è richiesto il Green Pass:
96.02.01 – Servizi dei saloni di barbiere e parrucchiere.
96.02.02 – Servizi degli istituti di bellezza.
96.02.03 – Servizi di manicure e pedicure.

Il Green pass è invece obbligatorio a partire dal 6 agosto per accedere a queste attività.
96.04.10 – Servizi di centri per il benessere fisico.
96.04.20 – Stabilimenti termali.

Commenti