Come sappiamo il Green Pass è già obbligatorio per accedere a molti luoghi e attività commerciali al chiuso: dai ristoranti e bar, passando per cinema, teatri, palestre, musei, sale gioco e piscine.
Dal 15 ottobre, inoltre, il Green Pass sarà reso obbligatorio per tutti i lavoratori e la regola, ovviamente, varrà anche per i parrucchieri ed estetisti che lavorano all’interno di un centro estetico o di un salone. Come tutti gli altri lavoratori, quindi, anche i parrucchieri dovranno possedere la Certificazione Verde.

Cosa succede a chi non ce l’ha? Si rischia una multa fino a 1.500 euro e la sospensione dello stipendio fino a quando non presenteranno il documento.

Chi controlla? Sono i datori di lavoro a dover controllare il possesso del green pass dei propri dipendenti. Le modalità operative per l’organizzazione delle verifiche devono essere definite entro il 15 ottobre, prevedendo, anche a campione, controlli da effettuare al momento dell’accesso ai luoghi di lavoro, individuando formalmente i soggetti incaricati dell’accertamento delle violazioni.

Per quanto riguarda i clienti, invece, per il momento potranno andare dal parrucchiere anche senza Green Pass.

Nonostante le numerose proteste non è detto che le regole non cambieranno ben presto e il Governo decida di introdurre l’obbligo del pass anche nei luoghi dove per adesso non è previsto, come appunto parrucchieri, centri estetici, negozi, centri commerciali, supermercati e mezzi pubblici locali.

E voi, cosa ne pensate??

Commenti