A #HAIRICONE 2019, show di cui vi abbiamo già parlato e che ha riunito per la prima volta on stage tutti i brand L’Oréal Prodotti Professionali, non poteva certo mancare Salvo Filetti, brand ambassador dei luxury brand Kerastase e Shu Uemura che insieme al suo team di Joyàcademy, ha stupito la platea con hairlook visionari e ricercati.

Lo show di Filetti ha trasportato lo spettatore in una realtà virtuale, una sorta di Black Mirror, la fortunata serie di Netflix, che esplora un futuro prossimo.

Attraverso tre “quadri” immaginifici, si veniva trasportati in un salone futuristico dove il parrucchiere riusciva a immaginare i desideri della cliente, attraverso l’ascolto e un visore che permetteva alla cliente di immaginare in 3D i propri desideri.

Tre i “quadri” portati in scena, grazie alla regia di Viviana Santaniello, tutti ispirati dalla critica al mondo del fast fashion e mirati a riportare l’attenzione sul vero lusso dei nostri tempi: prendersi cura di sé con i ritmi giusti, accettarsi senza stravolgere la propria essenza.

Il primo quadro dall’atmosfera francese evocava un immaginario club parigino e riportava l’attenzione su uno dei lussi moderni: indossare se stessi.
Il secondo quadro, rappresentava la frenesia delle metropoli attuali dove tutti corrono incapaci di rallentare e prendersi cura della propria bellezza, ed è una gheisha che col suo flauto invita a prendere il giusto tempo: il lusso è lo slow hair fashion.
E infine un quadro dedicato alla natura, al rispetto di ciò che siamo davvero, all’accettarsi perché… “il vero lusso è comprendersi e accettarsi nella propria natura”.

Commenti