La coda di cavallo non passerà mai di moda, che sia nella sua versione high pony tail, oppure low, che sia impreziosita da accessori o semplice e pulita, morbida e romantica oppure tirata con effetto sleek, rimarrà sempre uno degli styling più amati e riproposti nei backstage e sui red carpet.

Ma il vero motivo per cui amiamo la coda di cavallo è la sua versatilità: è perfetta per fare sport, per legarsi i capelli in spiaggia, per andare in ufficio, per una cena con gli amici o ancora per una serata importante… basta saper scegliere la giusta versione!

Per la primavera/estate la parola d’ordine è stupire e Giovanni Iovino, Global Creative Director Cotril, ci propone una pony tail semplice ma molto d’impatto, che abbiamo visto nella sfilata milanese di Anteprima SS 20.

Si tratta di una low pony tail leggermente spettinata nella parte alta in modo da lasciare dei baby hair liberi, e con delle sezioni di capelli che si annodano e incrociano sulla lunghezza della coda come a simulare un intreccio. La parte finale della pony tail è bloccata con un piccolo elastico e rigirata verso il basso in modo che l’acconciatura termini con un volume rotondo e non a punta.

Per realizzarla Giovanni Iovino ha utilizzato principalmente OCEAN, lo spray al sale perfetto per texturizzare la testa prima di procedere con l’acconciatura dando una buona croccantezza al capello. Infine la lacca WIND per fissare l’hairlook ma senza appesantire i capelli.

Commenti