Un incontro più che proficuo e piacevole quello avvenuto lo scorso sabato a palazzo Esa a Catania fra i vertici dell’Accademia Nazionale Acconciatori Misti Sicilia e il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. Il governatore ha ricevuto una delegazione dell’Accademia per rivolgerle gli auguri d’incoraggiamento poco prima della partenza per Parigi. È qui dove i maestri catanesi sono, infatti, atterrati per competere al “HairWorld Paris 2018”, il campionato mondiale di acconciatura. Il concorso internazionale è in programma dal 9 all’11 settembre 2018 all’interno del ParisExpo Porte de Versailles e vedrà in gara i talenti provenienti da circa quaranta paesi del mondo.
All’incontro a palazzo ESA, c’erano il presidente dell’A.N.A.M Sicilia, Salvo Ruffino, il presidente dell’A.N.A.M Centro di Catania, Giuseppe Gambino e un gruppo di maestri e trainer dell’Accademia di alta formazione catanese.

A prendere parola è stato Ruffino che, dopo aver ringraziato il presidente, ha parlato del mondo A.N.A.M. e dell’emozione in vista della competizione parigina. Il governatore dal canto suo ha espresso tutto il suo apprezzamento per un mestiere così antico e per un’arte – come lui stesso l’ha definita – in cui si fondono, storia, passione e coraggio imprenditoriale. “I barbieri e gli acconciatori hanno fatto la storia delle nostre comunità”, ha detto Musumeci. “Sono i custodi di una arte antica, nobile e impegnativa. Ritengo che il settore dell’artigianato sia una risorsa importante sul piano culturale ed economico per la nostra terra, perché si fonda su una tradizione solida. E se oggi è qui presente una rappresentanza così significativa dell’A.N.A.M. non può essere un caso”.

E l’occasione si è rivelata utile anche per illustrare le problematiche che affliggono il settore della formazione. Istanze che il governatore ha raccolto di buon grado e con spirito propositivo. “Ci tengo a dirvi che in me avrete sempre un interlocutore attento – ha proseguito il presidente – e vi staremo vicini. La formazione negli anni passati in Sicilia ha subito ingerenze inusuali e inopportune. Occorre mettere ordine con responsabilità attraverso figure competenti che non pensino al portafoglio”. E infine il presidente Musumeci lancia la proposta di un progetto che ha a cuore da tempo: “Potremo organizzare eventi. Mi piace il tema della ricostruzione storica. Sarebbe bello realizzare in Sicilia un museo dei saloni. Noi ci metteremo l’impegno finanziario, ma voi dovrete aiutarci per coordinare e realizzare il progetto”.
Il team A.N.A.M. Sicilia volato a Parigi è composto per la categoria femminile dai maestri Rosario Di Bella e Mariella Surace. Per la categoria acconciatura maschile gareggeranno invece Giuseppe Criscione e Daniele Belvedere. Ad accompagnare i maestri il presidente regionale dell’Accademia Nazionale Acconciatori Misti, Salvo Ruffino, il presidente dell’A.N.A.M. Centro di Catania, Giuseppe Gambino, il maestro Salvo Scavo ed il presidente di A.N.A.M. Palermo, Matteo Abbate. E con loro anche un folto gruppo di acconciatori della Regione siciliana.

Ad allenare i partecipanti per la categoria femminile è stata la trainer nazionale Daniela Sperotto; per il maschile invece Pierfilippo Francia, Antonio Sciandra e Pietro Colantuono. Trainer dei concorrenti siciliani è stato Salvo Scavo. Il team siciliano e la delegazione italiana sono, inoltre, accompagnati dal presidente nazionale A.N.A.M., Lino Fabbian, dal responsabile tecnico, Antonio Coscia e dal presidente INAI (Istituto nazionale acconciatori italiani), Elio Vassena.
I maestri si sfideranno in tagli, colori e acconciature. Saranno valutati da una giuria internazionale.

Commenti