Tra un vaccino e l’altro sembra stia passando in secondo piano una rivoluzione nelle sposorizzate Facebook su dispositivi Apple.
Più privacy in iOS 14 = meno pubblicità mirate
Per impostazione predefinita, iOS 14 chiederà un esplicito consenso da parte degli utenti di essere tracciati prima che applicazioni come Facebook possano farlo. Quest’ultime, però, vivono di pubblicità personalizzate: servono i dati degli utenti per poter fornire loro inserzioni mirate sui loro interessi e che quindi hanno una maggiore probabilità di colpire nel segno. Tale possibilità, ha scritto Facebook, “sarà limitata” con il prossimo aggiornamento per iPhone e iPad.

L’ultima news da Apple (che ricordiamo di fatto rappresenta il pubblico alto spendente nelle vostre sponsorizzate) sembra che rivoluzionerà le campagne fatte su Facebook (e quindi su Instragram)

Il risultato sarà che alcuni utenti di iOS 14 potrebbero non vedere alcuna inserzione dall’Audience Network, mentre altri potrebbero continuare a vedere le pubblicità, ma saranno meno rilevanti” ha scritto la società. L’aggiornamento “potrebbe rendere Audience Network così inefficace su iOS 14 che potrebbe non avere senso offrirlo su iOS 14 in futuro“.

Cosa è successo? In pratica dal prossimo anno un’impostazione su iOS 14 (il sistema operativo degli Iphon e Mac) chiederà agli utenti quali dati sulle loro attività vogliono condividere con le app. Restrizioni che mettono a rischio le campagne di inserzioni online mirate. Il problema è legato alle modifiche alla privacy introdotte da iOS 14, che richiederanno alle app di chiedere agli utenti il ​​permesso di raccogliere i dati delle loro attività su iPhone e iPad a partire dal prossimo anno. Tuttavia, a seconda delle impostazioni dei social network, potrebbe sconvolgere il mondo della pubblicità online. In particolare, dato che gran parte degli utenti sceglierà di non fornire più informazioni personali, verrà minacciata la possibilità di mirare con precisione agli annunci pubblicitari e renderli efficaci. Facebook ha affermato che il problema più grande potrebbero essere le piccole imprese (voi parrucchieri) : per ogni euro speso in pubblicità, le entrate (i clienti o gli acquisti) diminuiranno del 60%.
Ora molti saranno contenti delle difficoltà in cui Facebook potrà incappare visto che a oggi il traffico organico di una pagina non è mai stato così basso e che se si vuole raggiungere i fan della propria pagina bisogna pagare.
I risvolti positivi, forse potranno essere un calo del costo delle pubblicità o forse un’apertura maggiore verso il traffico organico come di fatto era fino a un paio di anni fà.
I risvolti negativi sarà molto più complicato fare retargeting e in generale insefguire il cliente che è venuto in contatto una prima volta con noi

Si preannuncia una battaglia legale, ma Apple sembra intenzionata ad andare avanti per la sua strada e rendere operativa l’opzione già da Marzo 2021

Al di la del fatto, che forse si apriranno nuove opzioni (magari Facebook renderà più semplice come in passato raccoglere dati all’interno della sua piattaforma) quello che dovete incomiciare a studiare è un metodo indipendente dai vari social  per comunicare con i vostri clienti. Un sistema di Mail,SMS e soprattutto cartaceo farà la differenza nel 2021.

Di tutto questo e molto altro ancora ne parliamo sempre nel nostro gruppo FB

Commenti