L’Oréal Professionnel è stato tra i protagonisti indiscussi di questa settimana della moda milanese. Tantissimi i look delle sfilate curati dai suoi professionisti, vediamone alcuni.

James Pecis ha creato, per lo show di Giada, un look caratterizzato da una riga laterale bassa e del volume sulla sommità del capo. La texture è wet e l’effetto lucidissimo.
Per creare il look Pecis ha asciugato con il termo modellante Tecni.Art Pli, texturizzato con la crema Liss Control ed infine fissato con Infinium Pure.

Paolo Soffiatti e i Global Fashion Ambassador L’Oréal Professionnel, hanno creato per Erika Cavallini un mood Africa. Una texture molto asciutta pettinata all’indietro in maniera un po’ scomposta ed una coda valorizzata da un laccio di cuoio che la avvolge fino alle punte. Per crearla il team ha lavorato con la mousse Teni. Art Full Volume Extra, asciugata con il diffusore, ha spazzolato le lunghezze all’indietro e le ha poi pettinate con le mani per ottenere delle separazioni e delle imperfezioni, dopo aver avvolto il laccio ha «stropocciato» con le dita anche le radici. Per fissare, Infinium Pure.

Pierpaolo Lai e i Global Fashion Ambassador L’Oréal Professionnel costruiscono per Brognano un look spettinato effetto beach wave con del volume in radice. Il look sembra molto naturale, in realtà per costruirlo sono necessari diversi passaggi, le radici e mezze lunghezze sono state inspessite con lo spray salino Beach Wave di Tecni.Art, lavorate poi con una piastra piatta per creare le onde, spettinate con le dita e ancora trattete con Beach Wave ed infine lucidate con Mythic Oil.

Commenti