Oggi ci colpisce un lutto particolarmente difficile da accettare. Pier Giuseppe Prandoni non c’è più. E per Unipro è come perdere uno di famiglia. Anzi. Uno su cui questa famiglia ha costruito un pezzo di strada e su cui ha potuto contare per guardare avanti e migliorarsi.

Prandoni aveva un debole per il nostro settore: sapeva tutto, conosceva le dinamiche delle aziende e quelle dei parrucchieri e dedicava tutte le sue energie proprio a loro, agli acconciatori che per lui hanno sempre rappresentato la cosa più importante nel mondo della bellezza.

Undici anni fa, quando sono entrato nel sistema della cosmetica, Pier Giuseppe Prandoni mi prese da parte e mi disse “l’acconciatore va preso soprattutto con il cuore”. Ancora oggi questo insegnamento è il mio credo.

Ciao Pier Giuseppe.

GianAndrea Positano, responsabile Centro Studi Unipro

Commenti