Le sfilate hanno lanciato i nuovi must in materia di tagli e stili.
Il leit motiv è composto da tre parole: discrezione, sfumature e personalizzazione.

I capelli corti sono il look numero uno per molte griffe del calibro di Marc Jacobs, Prada e Vuitton: caschetti asimmetrici, frange molto corte, tagli geometrici con uno stile che va dal punk al vintage con i carré anni ’50  di Vuitton.

Naturalmente non mancano tagli medi e lunghi che sono sempre i preferiti dalle donne che amano sfoggiare e sottolineare la propria femminilità. Ecco allora che Chanel propone una lunghezza fino alle spalle con riga al centro mentre Prada suggerisce uno stile più retrò con tagli lunghi ad effetto bagnato che rimandano agli anni ’90. In perfetto stile retrò anche le code basse e le trecce proposte da Moschino e Valentino mentre Blumarine ha puntato tutto su tagli lunghi semplici e pettinati all’indietro.

Commenti