Il mousy hair, letteralmente capello timido, è una tendenza che arriva direttamente dagli Stati Uniti e di cui è portavoce il grande Chris Appleton, hair guru e colorista di star del calibro di Jennifer Lopez, che l’ha già provato, e Kim Kardashian… insomma, clienti poco esigenti!!

Il nome mousy si riferisce all’effetto di schiaritura soft e discreto di questo metodo, che potremmo definire un upgarde del classico ed evergreen balayage che, oltre a schiarire, illumina e si adatta perfettamente e bionde e brunette.

Ma qual è la principale differenza rispetto al balayage? Il risultato! Che dovrà essere super naturale, come se i capelli avessero fatto un bagno di sole, come se foste appena tornate dal mare. Un lavoro certosino e con un alto livello di personalizzazione che implica una lunga permanenza della cliente in salone ma il risultato non lascerà certo delusi!

Il segreto sta nel procedere ciocca per ciocca, modificando in maniera impercettibile, ma sostanziale il colore dalla radice sino alla punta (a differenza del balayage si parte dalle radici) creando un mélange sfumato a regola d’arte, con effetto vedo non vedo. Ovviamente sui capelli lunghi il risultato del mousy hair sarà più bello e visibile ma si può effettuare anche sui capelli corti,  l’importante è cucire il colore su misura, a seconda dei toni dell’incarnato, occhi e sopracciglia.

Che ne pensate, possiamo fidarci di Jennifer Lopez??

Commenti