Il Principio di Pareto o Legge 80/20

Chi di voi conosce la legge di Pareto, il principio 80/20? Questa semplice affermazione afferma che il 20% delle cause di una situazione avrà un impatto dell’80%, quindi, ad esempio, il 20% dei clienti genererà l’80% del fatturato e il 20% delle scorte di magazzino costituirà l’80% del valore.

A questo punto alcuni di voi indicheranno che il Covid ha un impatto sul del parrucchiere del’80%.
Ma alla stessa stregua si potrebbe obiettare che quello che fate (sono fate) voi come imprenditori si ripercuote sul 80% di cosa accade in salone.

Si proprio così, i covid impatta solo del 20% su un salone se il titolare è un imprenditore che voglia definirsi tale e non “solo” un bravissimo artigiano professionista nell’arte delle acconciature o barbe che dir si voglia.
Eventi che non puoi controllare pesano solo il 20% sulla tua attività su base annuale. Già sentiamo le vostre urla che non è affatto vero.

Come scoprì nel 1897 l’economista e sociologo italiano Vilfredo Pareto, il 20% della popolazione in Inghilterra possedeva l’80% del denaro.
Il principio di Pareto o il principio della scarsità di fattori afferma che, se si considera un gran numero di fattori, “la maggior parte degli effetti sono causati da pochi motivi”.

Applicando poi il suo principio in Italia si rese conto che l’80% della terra era posseduta dal 20% della popolazione
Inizialmente, i dati sono stati ignorati, ma col passare del tempo, le persone si sono rese conto che le stesse statistiche potevano essere utilizzate per descrivere molti altri fenomen-

Nel tempo le applicazioni del principio di Pareto si sono sprecate:
“Il 20% dei tuoi clienti fa l’80% del fatturato.”
“L’80% dei reclami arriva dal 20% dei clienti.”
“Il 20% dei prodotti genera l’80% delle rendite”
“L’80% del traffico di un sito è portato dal 20% degli articoli”
“Indossiamo mediamente per l’80% delle volte lo stesso 20% degli abiti che abbiamo”
e molto altro altro ancora

Esiste infatti un’economia generale ed esiste un’economia dell’attività sul mercato del vostro salone.
Per farvi un esempio concreto un conto è che a causa del Covid non ci si possa spostare liberamente, un conto è che nello stesso momento ci sia una massa importante di persone
che ogni giorno ricerca sul web la soluzione a un loro problema specifico che voi potete risolvere ma non fate marketing per questo.
Fare marketing non ha nulla a che vedere con i vostri balletti su Tik Tok, sul post di Facebook sponsorizzato senza un copy o un criterio determinato di pubblico o sulla campagna Google per richiedere un preventivo

E allora perchè non fate nulla per fare tutto ciò?
Ogni giovedì sera noi di Parrucchierando sul nostro canale YouTube e in contemporanea sulla nostra pagina Facebook discutiamo su cosa i parrucchieri, o meglio come
li definisce Lelio Lele Canavero, imprenditori della bellezza cosa dovrebbero fare per essere padroni del loro destino indipendentemente a cosa succede al di fuori del salone.

Commenti