Il comune di Genova, in considerazione del momento difficile per le aziende alluvionate e per favorirne la ripresa, ha accolto la richiesta di parrucchieri ed estetisti di continuare la propria attività presso altre ditte, in via temporanea, affittando spazi all’interno di negozi del settore.

Quindi, un parrucchiere danneggiato può temporaneamente lavorare all’interno del negozio di un collega che non è stato alluvionato.

La Direzione Sviluppo Economico, in accordo con l’assessore Francesco Oddone, ha adottato in via straordinaria, fino al 31/12, la procedura semplificata di affitto poltrona/cabina per l’attività di acconciatore ed estetista per quanti abbiano segnalato allo sportello unico attività produttive la sospensione dell’attività per l’alluvione.

Commenti