Niente allarmismi, non fasciamoci la testa prima del dovuto perchè nulla è stato ancora deciso.
Quello che sappiamo è che, in seguito al record di contagi e vittime degli ultimi giorni il governo sta pensando ad un ulteriore giro di vite valutando le chiusure di palestre, parrucchieri, centri estetici e cinema.

A quanto pare i numeri sono in crescita (è anche vero che sono stati fatti anche tantissimi tampone in più rispetto ai mesi scorsi) con 4.913 i focolai attivi, di cui 1.749 nuovi. Raddoppiano le vittime, aumenta il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva e in area medica.

Fra le misure allo studio, oltre al famoso coprifuoco alle 22:00 ci sarebbero le chiusure di molte attività, tra cui i parrucchieri.

A questa possibilità fa eco l’appello della CNA che chiede al governo di evitare la nuova chiusura per estetiste e parrucchieri per evitare di compromettere le imprese e acuire ancora di più il fenomeno dell’abusivismo che, come sappiamo, in questo momento più che mai, è in continua espansione.

Cna chiede, dunque, al governo di evitare “la possibilità di una seconda chiusura delle imprese del settore che dimostrano quotidianamente di operare con il massimo rispetto e rigore delle norme e dei protocolli di sicurezza e sono disponibili a confrontarsi con le istituzioni per individuare soluzioni più efficaci”.
Non ci resta che aspettare e vedere cosa succederà nei prossimi giorni.

Commenti