Vi siete mai chiesti perché sia proprio il lunedí il giorno di chiusura dei parrucchieri?

Ormai siamo talmente abituati a questa cosa che forse non ci facciamo nemmeno più caso considerandola un dato di fatto.

In realtà dietro al giorno di chiusura settimanale c’è una leggenda, che forse non tutti conoscono, e che ci riporta alla Firenze del 1700 quando venne ritrovato in città il corpo di una prostituta, piuttosto nota in città, di nome Mariuccia.

Ovviamente questo omicidio creò un tale scandalo che l’intera città si mise in opera per scoprire chi fosse l’autore del crimine. La polizia arrivò presto ad un nome ben preciso, tal Antonio di Vittorio Giani, barbiere molto conosciuto nel capoluogo toscano che, dopo qualche pressione, confessò di avere ucciso la donna per motivi passionali e di gelosia.

Così il barbiere venne immediatamente condannato a morte per impiccagione e l’esecuzione avvenne di lunedì di fronte a diversi cittadini, molti dei quali erano i barbieri e parrucchieri della zona che abbassarono le loro saracinesche per recarsi nella piazza dove l’accusato stava per essere ucciso. Da quel giorno leggenda vuole che il lunedí sia diventato il giorno di riposo per questa categoria.

Diteci la verità, quanto di voi lo sapevano già??

Commenti