Questa volta non parliamo di tendenze o proposte colore per le vostre clienti ma cerchiamo di fare ordine su cosa si potrà fare e cosa no nei prossimi giorni stando al nuovo decreto.
Partiamo dal 7 e 8 gennaio che saranno gialli, mentre il 9 e il 10 si ritorna arancioni.
La nuova stretta del governo per contenere i contagi da Covid-19 durerà fino al 15 gennaio, quando dovrà essere approvato un nuovo Dpcm.

Fino al 15, dunque, ancora no agli spostamenti tra regioni se non motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute.

Ci si potrà muovere una sola volta al giorno, in massimo due persone, ulteriori rispetto a quelle già conviventi, oltre ai minori di anni 14, per andare a trovare parenti o amici…. Ma attenzione, alle 22:00 scatta sempre il coprifuoco.

Restano consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini , senza però la possibilità di raggiungere i capoluoghi di provincia.

A questo punto c’è grande attesa per quello che succederà dopo il 15 gennaio. Si parla di una possibile zona bianca, nella quale sarebbero aperti bar, ristoranti, palestre, cinema, teatri, musei. Ma rimarrebbero comunque l’obbligo di mascherina all’aperto e al chiuso, il distanziamento di almeno un metro tra le persone, il divieto di assembramento e l’obbligo di disinfettare le mani prima di entrare nei locali. Gli spostamenti sarebbero liberi e potrebbe anche essere rinviato l’orario del coprifuoco.

Commenti