In termini di igiene e pulizia, si intende!
Qualche giorno fa vi abbiamo chiesto se è vero che in questi ultimi giorni, in cui si parla (o meglio si minaccia) di imminente lockdown, i saloni siano stati presi d’assalto per paura di non potercisi più recare per settimane o mesi. I vostri commenti sono stati tanti e non del tutto unanimi. Mentre molti hanno confermato questa tendenza, altri dicono di aver notato maggior paura e diffidenza da parte dei clienti con conseguente calo di prenotazioni.

Ma qual è il problema in questi casi? A quanto pare che la gente non si fida: non si fida del contatto, inevitabilmente, ravvicinato, non si fida forse di come venga pulito il salone, di come vengano igienizzate spazzole e tutto ciò che serve per lavorare.
Ma attenzione!! Perché chi dice che non si fida ad andare dal parrucchiere forse non lo sa, ma i saloni, in seguito alle nuove normative, sono puliti, igienizzati, sicuri, sanificati e a prova di virus. Molti titolari hanno investito molto per mettere a norma il salone, e le spese sono aumentate, motivo per cui reggere un altro lockdown al momento sembra impensabile e sentirsi dire che “non ci si fida” fa ancora più arrabbiare!

Ma il motivo sarà davvero solo questo o forse va visto in un’ottica più ampia? Pensiamoci bene, anche la nostra abituale cliente può aver avuto una riduzione del lavoro, il marito in cassa integrazione, il contratto non più rinnovato… e a fronte di tutto ciò le spese sono rimaste le stesse. La clientela, dunque, potrebbe essersi fatta più guardinga e meno disposta a spendere, e quella più anziana ha, giustamente, paura ad uscire di casa in generale e non solo per andare dal parrucchiere.

Secondo noi è un mix di cose il cui risultato, purtroppo, mette alcuni saloni ancora in seria difficoltà…. fateci sapere cosa ne pensate!

Commenti