Sabato 21 maggio 2016, porte aperte al primo Opportunity Day organizzato dai Beauty Pioneers di Giannatonio Negretti.

Il Centro per l’impiego della Provincia di Brescia ha messo a consuntivo i dati raccolti negli otto uffici dislocati nel nostro territorio, rilevando purtroppo un ulteriore peggioramento della situazione rispetto al 2013.

In dodici mesi il mercato del lavoro locale ha segnato un significativo aumento dei disoccupati, da 126.896 a 142.337 unità. Un valore che ha peraltro subito una decisiva accelerazione nel secondo semestre 2014: da gennaio a giugno, infatti, i bresciani senza un’occupazione erano «solo» 133.671. 

È indispensabile chiarire che nella voce «disoccupati» del Centro per l’impiego della Provincia di Brescia sono compresi coloro che non hanno mai avuto un lavoro e che ora sono alla ricerca di un’occupazione, le persone che hanno cessato un rapporto di lavoro e sono disponibili ad avviarne un altro e i bresciani che pur avendo un’occupazione percepiscono un reddito netto annuo inferiore a 8mila euro (4.800 euro annui lordi per gli autonomi). Tale precisazione si rende indispensabile perché se rapportassimo il numero dei disoccupati censiti dal Centro per l’impiego con il totale della forza lavoro che può potenzialmente esprimere la nostra provincia (circa 600mila posti virtuali), otterremmo un tasso di disoccupazione vicino al 24%. Un dato abbondantemente superiore alla media nazionale indicata dall’Istat (13,2%), ma non comparabile in quanto l’Istituto di statistica non tiene conto di quei soggetti con reddito annuo inferiore agli 8mila euro lordi. E per questo motivo il rapporto tra disoccupati e forza lavoro dell’Istat è nettamente inferiore a quello espresso dal Centro per l’impiego di Brescia. A prescindere da questa premessa, il mercato del lavoro bresciano – secondo i dati del Centro per l’impiego – sta comunque vivendo un momento piuttosto difficile. In tre anni (2012-2014) oltre 36mila lavoratori sono entrati nel gruppo dei disoccupati.Il mondo della cosmetica, che nel territorio bresciano ha profonde radici, è un settore che non conosce crisi, la soluzione alla disoccupazione può arrivare proprio da questo campo.Per esempio Giannantonio Negretti ha studiato una strategia dettagliata compresa di un piano d’azione minuzioso, che non lascia nulla all’improvvisazione. Porte aperte sabato 21 maggio 2016 per il primo OPPORTUNITY DAY, 120 candidati verranno scelti e inseriti per specializzarsi alla professione e diventare Informatore Cosmetico Specializzato. Giannantonio Negretti, è il presidente di NG GROUP, prestigiosa e storica azienda bresciana che da oltre 50 anni si occupa di bellezza, producendo e commercializzando in tutto il mondo numerosi brand del settore cosmetico, è un imprenditore realmente unico nel suo genere. Si è, infatti, sempre contraddistinto per lungimiranza e innovazione, portando un nuovo modo di vivere il beauty nel nostro settore: “Un’azienda come la mia, può dare il buon esempio e aprire la strada ad una tendenza: quella della formazione continua e della ricerca costante dell’eccellenza. Teniamo conto che sempre più consumatori mostrano una consapevolezza e una preparazione verso il prodotto ed il servizio mai registrati prima. Internet e i social vengono utilizzati come mezzi di informazione nei quali raccogliere i dati necessari per una conoscenza approfondita del prodotto e del servizio. Ecco perché è necessario che anche i professionisti della bellezza approfondiscano le proprie conoscenze e si aggiornino costantemente”. Negretti scommette tutto sui professionisti di oggi perché possano non solo aggiornarsi ma anche approfondire le conoscenze in loro possesso. L’Informatore Cosmetico Certificato interagisce con il cliente, deve gestire la propria attività e i propri collaboratori, deve saper vendere i prodotti presenti in negozio ed essere quindi preparato a 360°. Non solo corsi tecnici quindi ma anche di comunicazione, management, vendita e tutto ciò che è utile per l’arricchimento personale e professionale.Una soluzione per chi è disoccupato è formarsi e specializzarsi in un settore che storicamente non ha mai conosciuto crisi è diventare informatore cosmetico, grazie a Giannantonio Negretti.

 

Commenti