Oggi vogliamo mettere da parte per un attimo i vari bob, shag e pixie cut femminili per rivolgerci ai maschietti in ascolto e dare un’occhiata a quali saranno i tagli uomo più in voga della stagione.

Si passa dal mood rebel che strizza l’occhio al rock degli anni 70 e 80 a grandi classici, come i tagli medi lunghi da portare con naturalezza e quasi dall’effetto messy.

Tra le ultime tendenze hair per lui, infatti, ha una menzione d’onore il mullet, molto amato soprattutto dai più giovani, influenzati dalla moda e della musica, che si ispirano a Mahmood, Achille Lauro e Jared Leto. Il mullet è rivisitato in diversi varianti ma sempre con laterali solitamente rasati e puliti mentre la lunghezza posteriore arriva fino a coprire il collo.

Per chi invece si sente più tradizionalista, via libera ai tagli classici medio lunghi. L’importante è che l’effetto non sia troppo impostato ma, al contrario, molto naturale e meno rigoroso. Questa tendenza è una conseguenza, soprattutto, degli avvenimenti degli ultimi anni, dallo smart working al lockdown più rigoroso che hanno incentivato una moda più rilassata, comoda e meno ordinata che si sta prolungando tutt’ora. Per prendersi cura di questi tagli è importante affidarsi ai giusti prodotti di styling, quelli, cioè, che creano volume e struttura, senza fissare troppo o, peggio ancora, incollare il capello.

Commenti