La regione Piemonte ha approvato una misura nel 2020 per offrire contributi a fondo perduto per le partite IVA, quindi lavoratori autonomi, colpite dall’emergenza COVID-19.
C’è tempo, infatti, ancora fino alla fine di marzo per presentare domanda per accedere al bonus in forma di fondo perduto dal valore di 7500 euro messo a disposizione dalla regione Piemonte.

Chi può accedere al bonus? Ecco i requisiti:

1- avere almeno una sede operativa in Piemonte

2- essere titolari di partite IVA e svolgere un’attività nel settore merceologico

3- essere titolari di partita IVA ed esercitare un’attività professionale

4- esercitare una professioni non regolamentate da Ordini professionali o Collegi (ovvero senza Albo)

5-operare un’attività economica inclusa nella classificazione ATECO 2007

Non possono beneficiare di questo contributo a fondo perduto i lavoratori che esercitano attività in forma occasionale mediante contratti di collaborazione in assenza della Partita IVA.

Inoltre, per accedere al contributo a fondo perduto è necessario che il titolare di Partita Iva dimostri un calo del fatturato nel bimestre marzo/aprile 2020, pari o superiore al 30% rispetto allo stesso bimestre del 2019. Questo requisito non è richiesto ai lavoratori autonomi attivi a partire dall’1 gennaio 2019.

N.B. La misura prevista dalla Regione Piemonte è un bonus riconosciuto a coloro che hanno sottoscritto un finanziamento. Nel dettaglio l’obiettivo è di offrire un aiuto per far fronte agli oneri sostenuti per ottenere un finanziamento dalle banche e da altri intermediari finanziari. E’ ammesso al contributo al fondo perduto il titolare di partita Iva che ha richiesto un prestito tra il 17 marzo e il 31 dicembre 2020, a fronte di esigenze di liquidità connesse all’attività economica di riferimento.

Se siete interessati potete cliccare QUI per avere maggiori informazioni e compilare il modulo telematico.

Commenti