Parrucchierando

Green pass, l’idea di Confindustria: “Obbligo per i dipendenti a pena di cambio mansioni o sospensione dallo stipendio”

Foto Roberto Monaldo / LaPresse 10-02-2021 Roma Politica Camera dei Deputati - Consultazioni del presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi Nella foto Francesca Mariotti, Carlo Bonomi (Confindustria) 10-02-2021 Rome (Italy) Chamber of Deputies - Consultations of the Prime Minister designate Mario Draghi In the pic Francesca Mariotti, Carlo Bonomi

Il direttore generale Francesca Mariotti “l’appoggia piano”

È l’ipotesi contenuta in una mail interna inviata dal direttore generale Francesca Mariotti, per fare il punto sulla proposta di legge su cui gli industriali sono al lavoro con Governo e istituzioni. “Percentuali consistenti di lavoratori scelgono di non vaccinarsi, farlo deve rientrare negli obblighi di diligenza, correttezza e buona fede”

Per tutelare i lavoratori Confindustria pensa a rendere obbligatorio il green passper i dipendenti: che, nel caso ne siano sprovvisti, potrebbero essere spostati ad altra mansione o addirittura sospesi, con conseguenze sulla retribuzione. È l’ipotesi contenuta in una mail interna inviata dal direttore generale Francesca Mariotti ai direttori del sistema industriale, pubblicata oggi dal quotidiano Il Tempo.

 

In diretta conseguenza di ciò, il datore, ove possibile, potrebbe attribuire al lavoratore mansioni diverse da quelle normalmente esercitate, erogando la relativa retribuzione; qualora ciò non fosse possibile, il datore dovrebbe poter non ammettere il soggetto al lavoro, con sospensione della retribuzione in caso di allontanamento dell’azienda”.

Cosa ne pensate?

Commenti
Exit mobile version