Pagamento con carta di credito: il ruolo decisivo di contactless
L’analisi ha rilevato che i pagamenti elettronci in Italia hanno fatto un salto nel 2019. Il motivo dell’aumento è l’uso di metodi di pagamento innovativi oltre ai classici contanti. Innanzitutto, gli italiani sono sempre più abituati a prelevare le carte di credito dai loro portafogli, anche se pagano sempre meno ogni giorno. L’aumento delle transazioni pro capite e la diminuzione del valore medio di ciascuna transazione lo dimostrano: il valore medio di ciascuna transazione è diminuito di circa 53,7 euro, ovvero circa 3 euro in meno rispetto al 2018. L’aumento dei pagamenti con carta è anche dovuto al contactless, che ha generato circa 1,5 miliardi di transazioni nel 2019 (un aumento del 67% dal 2018). Questo metodo compensa parzialmente il pagamento classico con carta di credito e il pagamento classico in contanti, specialmente in pagamenti di piccole dimensioni.

Lo sviluppo del pagamento con carta di credito è strettamente correlato alla popolarità del POS.
Nel 2019, c’erano circa 2,17 milioni in Italia, il 90% dei quali era autorizzato ad accettare pagamenti senza contatto. Ci sono circa 15.000 Smart POS e circa 1,1 miliardi di euro. Ci sono 280.000 POS mobili collegati tramite Bluetooth o smartphone (un aumento del 50% rispetto al 2018). Questi strumenti stanno diventando sempre più popolari tra le piccole imprese e i liberi professionisti, che hanno dimostrato di essere più sensibili alle esigenze dei consumatori. Per non parlare, finora, gli utenti che desiderano ridurre le tasse devono utilizzare strumenti elettronici per effettuare pagamenti.

Aumento del pagamento tramite smartphone
Oltre alla crescente popolarità di POS e carte di credito, è aumentato anche il pagamento tramite smartphone all’interno e all’esterno dei negozi.
Il pagamento mobile totale nel negozio fisico ha raggiunto 1,83 miliardi di euro e il volume totale delle transazioni ha raggiunto 58 milioni. Nel 2019, il numero di italiani che usano questo strumento è triplicato a 3 milioni. Allo stesso tempo, la quantità di pagamenti per smartphone al di fuori dei negozi fisici ha raggiunto 1,24 miliardi di euro, con un incremento del + 29% nel 2019. Questa soluzione viene utilizzata principalmente per pagare ricariche, bollette, annunci o servizi relativi alla pubblica amministrazione.
Gli smartphone vengono utilizzati anche per lo shopping online. L’e-commerce nel 2019 è aumentato del 15%, valutato a 30,3 miliardi di euro. La transazione può essere effettuata tramite carta o portafoglio digitale. Se inizialmente, i consumatori preferiscono fare acquisti online tramite computer, ora sono sempre più abituati a fare acquisti in viaggio. Il commercio mobile copre il 40% della quota di mercato totale del commercio elettronico. Se pensi che il 2018 si fermerà al 34% del totale, è un risultato entusiasmante.
Lo smartphone è un puntatore bilanciato: ora è una delle soluzioni preferite dall’utente per qualsiasi tipo di pagamento dalla banca al pagamento e-commerce

Insomma più metodi di pagamento hai nel tuo salone e più facile sarà avere persone che comprino i tuoi servizi/prodotti più facilmente. Soprattutto quelli non preventivati.

Commenti