Dal 28 marzo diventerà obligatoria l’accettazione delle carte di debito (La carta di debito, chiamata diffusamente, ma impropriamente, carta Bancomat,

è una carta di pagamento che prevede l’addebito delle cifre spese sul conto del titolare, contestualmente all’effettuazione dell’operazione.)per i pagamenti superiori a 30 euro da parte di professionisti e imprese che hanno un  fatturato superiore a 200 mila euro.
31 Gennaio 2014

 

Scatterà il prossimo 28 marzo l’obbligo di accettare carte tipo bancomat  da parte di professionisti e commercianti per i pagamenti di importo superiore ai 30 euro, sia per le transazioni con le imprese per l’acquisto di beni e servizi.
E’ quanto prevede il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico (emanato di concerto con il Mef) del 24 gennaio 2014 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 21 del 27 gennaio 2014, che entrerà in vigore tra sessanta giorni in Italia.
Si tratta di un provvedimento che individua criteri di gradualità e di sostenibilità di una norma contenuta nel “Decreto Crescita 2.0”: è stabilito che fino al 30 giugno 2014 l’obbligo di accettazione varrà solo per le attività commerciali o professionali di maggiore dimensione, ossia quelle aventi un fatturato superiore a 200 mila euro (si fa riferimento a quello dell’anno precedente e quindi al 2013).
Con un ulteriore decreto potranno essere definite nuove soglie minime di importo e nuovi limiti minimi di fatturato, oltre a prevedere l’estensione dell’obbligatorietà di pagamento agli strumenti di pagamento basati su tecnologie mobili.

Fonte: http://www.01net.it/01NET/HP/0,1254,5_ART_157086,00.html

Commenti