Anche in Italia sono arrivati i Parrucchieri Tahe Self Service! Questa importante novità, che all’estero conta già 2500 negozi, mira ad aiutare i nostri saloni, dandogli nuovi strumenti per restare al passo con i tempi, per adattarsi invece che subire l’attuale momento di crisi economica.

02

Questo nuovo concetto, sbarcato a Milano solo da Ottobre 2013, è stato immediatamente notato da molte testate giornalistiche, ANSA in primis, che hanno dato grande visibilità alla nascita di questa nuova realtà.

L’idea è semplicissima : una volta arrivati in salone si sceglie il trattamento preferito. Il parrucchiere taglia, applica il colore, fa le meches e i colpi di luce. Il cliente a questo punto si occupa di tutto il resto: si lava i capelli da solo, fa gli impacchi con la maschera e poi procede con la piega, come se fosse a casa sua, ma il tutto senza mettere in disordine il bagno o gravare sulla propria bolletta elettrica.

Il vantaggio è che i trattamenti più delicati – come per esempio il colore o la permanente – sono fatti da un professionista che a sua volta  mette a disposizione i prodotti professionali che  un parrucchiere utilizza. Senza che questo implichi costi proibitivi per il cliente: ad esempio un colore, shampoo, maschera e piega qui costano solo 14 euro e 95 centesimi, tutto compreso.

03

L’obiettivo è principalmente attirare le donne che, a causa della crisi economica, stanno sempre più spesso disertando i saloni, e a volte alimentano il mercato dell’abusivismo a domicilio o di  contrastare, anche la concorrenza dei parrucchieri cinesi con la loro politica di prezzi decisamente low cost generalmente a scapito della qualità.

Commenti