fbpx
La crisi è per tutti ma non per i Parrucchieri Cinesi!
L’economia italiana non riesce a riprendersi ma quella Cinese vola, specialmente per quanto riguarda i Parrucchieri! La presenza di imprese cinesi tra parrucchieri ed estetiste è in enorme crescita. La variazione negli ultimi 5 anni si avvicina al +80%!!! Tra le regioni italiane, la Lombardia è in testa con 13.000 aziende guidate da imprenditori cinesi, poi la Toscana, con 11.350, il Veneto, con quasi 7.500 e l’Emilia Romagna, con 6.460. Fino a qui non ci sarebbe nulla di male, ma troppo spesso la concorrenza con gli italiani è assolutamente sleale! In molti casi i cinesi raggirano le norme e utilizzano prodotti tossici e scadenti per le loro attività, con gravi rischi per la salute dei clienti attirati dai prezzi bassissimi. Fate attenzione a chi affidate la vostra bellezza! Dai controlli effettuati dalle forze dell’ordine emergono quasi sempre palesi violazioni alle norme igienico-sanitarie, infrazioni tributarie, amministrative e penali. Purtroppo molti parrucchieri cinesi non adempiono agli obblighi fiscali e contributivi e non rispettano le norme i di sicurezza nei luoghi di lavoro. Sono proprio queste inadempienze che consentono a questi negozi di avere dei prezzi bassissimi che stanno mettendo fuori mercato moltissime attività italiane che non possono reggere una concorrenza sleale così smaccata! L’appello di Parrucchierando va a tutti i parrucchieri italiani per il mantenimento di elevati livelli qualitativi a prezzi ragionevoli ed a tutte le clienti che, attirate da prezzi stracciati, frequentano parrucchieri che mettono a rischio la loro salute e la loro bellezza: FATE ATTENZIONE e RIVOLGETEVI SEMPRE E SOLO A DEI VERI PROFESSIONISTI!!!!
Commenti
Privacy Policy Cookie Policy
Share This