fbpx

Roma,  dic. (Adnkronos) –
 La spesa per estetista e parrucchiere si è si ridotta negli ultimi anni, ma di poco. In pratica,una ricerca ha evidenziato che gli abitanti di Roma e provincia  non rinunciano al benessere, anche se riducono il numero di sedute mensili. E così nel 2012, mentre la spesa complessiva è rimasta ai livelli del 2007, nel 2012, per ceretta, pedicure, manicure e quant’altro, si sono spesi mediamente ogni mese 29,19 euro, poco meno del 2011 (32,47) e del 2010 (33,47 euro). Se consideriamo  che a Roma ci sono 1,2 milioni di famiglie, la spesa per estetista e parrucchiere/barbiere, a Roma, è stata nel 2012 di quasi 50 milioni in meno rispetto al 2010 (467 milioni contro 420,3 milioni di euro).

Nonostante questi dati, se andiamo a verificare le imprese del settore, esse hanno avuto un ritmo di crescita costante nel corso degli ultimi anni: a oggi se ne contano, a Roma e provincia, 9.472, con un aumento del 4% rispetto al 2009 (erano 9.026). L’aumento più consistente, tra il 2009 e il 2010, quando se ne contavano 9.219. In particolare, i parrucchieri sono 5.140, gli estetisti 2.626, mentre i centri che svolgono entrambe le attività 1.726. A crescere al ritmo maggiore sono stati i centri estetici (13%) rispetto ai parrucchieri(11%).
 Erino Colombi, presidente Cna Roma dice: “Servono misure urgenti per la lotta all’abusivismo. L’amministrazione sta lavorando su una proposta della Cna Benessere di Roma. Su questo è necessario accelerare i tempi”.

Commenti
Privacy Policy Cookie Policy
Share This