fbpx

Simpatica iniziativa dal ‘barbiere’ a Bra: che bello se fosse così in tutta Italia!!

Barba, capelli o Camilleri? Leggere un romanzo con la schiuma da barba sul volto: a Bra si può.

Si è allargata l’iniziativa promossa dalla biblioteca civica della città del cuneese che, da tempo, consente di leggere libri del proprio patrimonio in sei bar. Da alcuni giorni anche un barbiere, Vincenzo Pizzonia di viale Risorgimento, ha dato la possibilità ai suoi clienti di immergersi in una buona lettura in attesa di un taglio.

E’ questa solo una delle tante attività di promozione alla lettura avviate dalla biblioteca civica braidese, mettendo a disposizione i propri libri al di fuori delle strutture presenti all’interno del centro polifunzionale culturale “Giovanni Arpino” di via Guala. Tra queste, anche il servizio di prestito a beneficio dei degenti della clinica Città di Bra, che prosegue con successo, la messa a disposizione dei volumi in estate nel parco della Zizzola o il servizio di prestito decentrato nelle diverse scuole cittadine.

La biblioteca braidese ha poi acquisito recentemente duecentocinquanta libri donati dalla Fondazione Bottari-Lattes di Monforte d’Alba, eredità del premio Grinzane Cavour, che consentiranno alla struttura braidese di permettere ai suoi utenti di richiedere in prestito alcuni tra i romanzi più interessanti del panorama editoriale internazionale degli ultimi anni. In questo modo, dopo una precedente donazione di centocinquanta volumi, sale a quattrocento il numero dei libri messi a disposizione della biblioteca civica braidese da parte della Fondazione Bottari-Lattes.

Commenti
Privacy Policy Cookie Policy
Share This