fbpx

{gallery}pangea{/gallery}

DSCN3682
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn

DSCN3684
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn

logo
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn

Fondazione Pangea Onlus e Paul Mitchell Italia
presentano
“Le Parrucchiere di Kabul”….quando la bellezza incontra la solidarietà
Milano, Settembre 2011 – Fondazione Pangea Onlus e Paul Mitchell Italia presentano a Intercharm 2011 “Le Parrucchiere di Kabul”, un progetto triennale di formazione e microcredito a sostegno di donne afghane, coinvolte nel progetto Jamila avviato nel 2003 da Pangea.
Da anni Fondazione Pangea si occupa di garantire a donne estremamente povere dell’area urbana di Kabul l’inserimento sociale ed economico tramite la formazione ai diritti e alla salute, l’alfabetizzazione, la formazione professionale e il microcredito attraverso il progetto “Jamila”.
“Siamo convinti che non può esserci Pace senza sviluppo economico e sociale e che le donne in Afghanistan, pur essendo le più discriminate, rappresentino il maggior fattore di “rilancio” del Paese. L’alfabetizzazione, la consapevolezza dei propri diritti, il lavoro e il microcredito sono tasselli fondamentali per uscire da situazioni di violenza e discriminazioni” dichiara Luca Lo Presti, presidente di Fondazione Pangea.
“L’incontro con Paul Mitchell Italia, azienda da sempre socialmente responsabile e che condivide molti dei valori della nostra Fondazione, quali la fiducia nelle persone e nei loro talenti, la bellezza interiore ed esteriore delle donne, lo sviluppo e il progresso, è solo l’inizio di un lungo percorso verso un mondo più giusto e solidale.”conclude Lo Presti.
Grazie alla collaborazione con Paul Mitchell Italia, molte donne avranno la possibilità di ricevere una formazione altamente professionale. Con i fondi ricavati dal progetto potranno ricevere un microcredito, che consentirà loro di aprire dei saloni a Kabul, avviando così un’attività generatrice di reddito.
Il progetto “Le parrucchiere di Kabul” è partito con il racconto di un viaggio a Kabul nel mese di agosto: “Il diario di Nina”. Nina Senicar, nuovo volto 2011 di Paul Mitchell e Fondazione Pangea insieme a Kabul. Il viaggio e’ stato raccontato da Nina, in un diario giornaliero, e grazie a una quotidiana comunicazione sui social network, tutti abbiamo potuto vivere e seguire le emozioni delle donne afghane.
“Nel corso di questo viaggio abbiamo conosciuto da vicino donne afghane ch,e coraggiosamente, hanno deciso di prendere in mano il proprio futuro in una cultura che per loro non prevede alcun diritto. Grazie ai progetti di  Pangea queste donne possono contribuire attivamente al miglioramento della qualità della propria vita e della vita della loro famiglia” commenta Corrado Marconi, AD di Paul Mitchell Italia.

Fotografie scattate da Ugo Panella catturano alcuni momenti di questa esperienza fatta di incontri, di episodi veri di sfida alla tradizione e di scorci di una Kabul e di un Afghanistan straordinari, come straordinari sono i risultati di molti anni di lavoro solidale in quella terra per l’emancipazione della donna.
Il fondatore di Pangea, Luca Lo Presti, e l’amministratore delegato di Paul Mitchell Italia, Corrado Marconi, incontreranno la stampa domenica 25 settembre alle ore 13:30 presso la VIP Lounge di Intercharm sita nel Padiglione 2.
Per informazioni e interviste:
Ufficio Stampa Fondazione Pangea Onlus
Marina Tomacelli
Tel. 02 733202 – cell. 347 5862040 – m.tomacelli@pangeaonlus.org
Ufficio Comunicazione Paul Mitchell Italia
Roberto Gasperoni
cell. 334 6752909 – rgasperoni@paulmitchell.it

Fondazione Pangea Onlus e Paul Mitchell Italiapresentano“Le Parrucchiere di Kabul”….quando la bellezza incontra la solidarietà
Milano, Settembre 2011 – Fondazione Pangea Onlus e Paul Mitchell Italia presentano a Intercharm 2011 “Le Parrucchiere di Kabul”, un progetto triennale di formazione e microcredito a sostegno di donne afghane, coinvolte nel progetto Jamila avviato nel 2003 da Pangea.

Da anni Fondazione Pangea si occupa di garantire a donne estremamente povere dell’area urbana di Kabul l’inserimento sociale ed economico tramite la formazione ai diritti e alla salute, l’alfabetizzazione, la formazione professionale e il microcredito attraverso il progetto “Jamila”. 
“Siamo convinti che non può esserci Pace senza sviluppo economico e sociale e che le donne in Afghanistan, pur essendo le più discriminate, rappresentino il maggior fattore di “rilancio” del Paese. L’alfabetizzazione, la consapevolezza dei propri diritti, il lavoro e il microcredito sono tasselli fondamentali per uscire da situazioni di violenza e discriminazioni” dichiara Luca Lo Presti, presidente di Fondazione Pangea.
“L’incontro con Paul Mitchell Italia, azienda da sempre socialmente responsabile e che condivide molti dei valori della nostra Fondazione, quali la fiducia nelle persone e nei loro talenti, la bellezza interiore ed esteriore delle donne, lo sviluppo e il progresso, è solo l’inizio di un lungo percorso verso un mondo più giusto e solidale.”conclude Lo Presti.
Grazie alla collaborazione con Paul Mitchell Italia, molte donne avranno la possibilità di ricevere una formazione altamente professionale. Con i fondi ricavati dal progetto potranno ricevere un microcredito, che consentirà loro di aprire dei saloni a Kabul, avviando così un’attività generatrice di reddito. 
Il progetto “Le parrucchiere di Kabul” è partito con il racconto di un viaggio a Kabul nel mese di agosto: “Il diario di Nina”. Nina Senicar, nuovo volto 2011 di Paul Mitchell e Fondazione Pangea insieme a Kabul. Il viaggio e’ stato raccontato da Nina, in un diario giornaliero, e grazie a una quotidiana comunicazione sui social network, tutti abbiamo potuto vivere e seguire le emozioni delle donne afghane. “Nel corso di questo viaggio abbiamo conosciuto da vicino donne afghane ch,e coraggiosamente, hanno deciso di prendere in mano il proprio futuro in una cultura che per loro non prevede alcun diritto. Grazie ai progetti di  Pangea queste donne possono contribuire attivamente al miglioramento della qualità della propria vita e della vita della loro famiglia” commenta Corrado Marconi, AD di Paul Mitchell Italia.

Fotografie scattate da Ugo Panella catturano alcuni momenti di questa esperienza fatta di incontri, di episodi veri di sfida alla tradizione e di scorci di una Kabul e di un Afghanistan straordinari, come straordinari sono i risultati di molti anni di lavoro solidale in quella terra per l’emancipazione della donna.  Il fondatore di Pangea, Luca Lo Presti, e l’amministratore delegato di Paul Mitchell Italia, Corrado Marconi, incontreranno la stampa domenica 25 settembre alle ore 13:30 presso la VIP Lounge di Intercharm sita nel Padiglione 2.
Per informazioni e interviste:Ufficio Stampa Fondazione Pangea Onlus Marina TomacelliTel. 02 733202 – cell. 347 5862040 – m.tomacelli@pangeaonlus.orgUfficio Comunicazione Paul Mitchell ItaliaRoberto Gasperonicell. 334 6752909 – rgasperoni@paulmitchell.it

 

Commenti
Privacy Policy Cookie Policy
Share This