Partiamo da un presupposto: non esiste una regola oggettiva che associ determinati tagli a delle fasce d’età.

Non è sempre vero che i tagli corti scalati stanno bene, per esempio, alle trentenni, come non per forza i capelli lunghi, sopra una certa età, non siano indicati.

Chi comanda è sempre la forma del viso, la fisionomia della donna e lo stile che la contraddistingue. E soprattutto, lo stare bene e a proprio agio con se stesse.

Detto questo i capelli lunghi sulle over 50 sono stati per molti anni un tabù e, solo di recente sono stati sdoganati anche perché portati da bellissime cinquantenni quali Demi Moore, Catherine Zeta-Jones, Jennifer Lopez e Jennifer Aniston.
Il motivo principale è che spesso, sopra una certa età, i capelli tendono ad essere meno folti, a sfibrarsi, a essere più fragili e sottili e quindi l’effetto non è più dei migliori. Ma ovviamente, anche in questo caso, è molto soggettivo. Il taglio lungo più consigliato sopra i 50 anni non è alla pari ma bensí un po’ scalato e possibilmente con piega mossa per dare maggior risalto al viso, coprendo le rughe d’espressione (cosa che non per forza va nascosta, anzi, molte donne mostrano sempre con orgoglio i segni del tempo).

Anche la frangia è recentemente tornata di moda anche per le donne over 50 soprattutto sui capelli lunghi. Piace perchè dona un aspetto più sbarazzino al look. Per quanto riguarda il colore, la scelta di optare su colpi di luce e sfumature, rispetto ad una tinta monocromatica, si dimostra sempre vincente. Ma anche la tendenza di non tingere i capelli ma sfoggiare la chioma bianca o grigia naturale è sempre più seguita.

E voi cosa ne pensate?? Siete team capelli lunghi o team “non sei più una ragazzina”???

Commenti