Cari Parrucchierandi, oggi vogliamo fare davvero i fashionisti!

C’è chi lo apprezza e c’è chi non riesce a cogliere la bellezza dello stile androgino. Noi oggi vorremmo solo mostrarvi e descrivervi tre esempi di questo stile molto particolare.

Ci facciamo accompagnare da linee e tagli minimali, proprio come i colori, o non colori dei tre look scelti. Beh, per quanto riguarda l’hair look non potevamo non scegliere dei tagli corti, molto corti.

PRIMO LOOK: iniziamo con un taglio non troppo radicale. Al contrario del minimalismo che è decisamente predominate in questo scatto della passerella di AF Vandervorst. L’aria da bikers maledetta con un casco integrale in mano e degli anfibi aggressivi a piedi.

L’abito che se preso singolarmente è un fantastico abito da sera è il protagonista nonostante la sua semplicità, risalta enormemente abbinato al resto del look.

SECONDO LOOK: passiamo al colore con le sfumature più famose; look estremo anche per 50 sfumature di grigio. Qui la donna androgina tocca forse i limiti. In questo scatto della passerella di Acne Studio è davvero messa difronte alla privazione di tutte le armi segrete di bellezza femminile. Lasciando come unico segnale di femminilità il cangiante rossetto rosso, marcato che cattura l’attenzione di tutto il look; un maxi blazer d’ispirazione anni ’90 una pochette in neoprene a mano bianca e dei grossi sandali infradito molto eccentrici. Qui i capelli sono rasati, come la testa di marine.

TERZO LOOK: con l’avvento del bianco, quasi come sinonimo e simbolo di purezza torna uno spiraglio di senso femminile. Un abito dal taglio svasato, corto davanti e decisamente più lungo dietro.

Un filo di tacco ai piedi e un’acconciatura che apparentemente sembra un taglio corto ma ipoteticamente anche un capello lungo nascosto per rendere il look più androgino. ( Adam Lippes). 

 

{phocagallery view=category|categoryid=856|limitstart=0|limitcount=0}

Commenti